Salute

Sanità: nuovo logo per Fondazione Enpam, resiste bastone di Asclepio

Roma, 18 feb. (AdnKronos Salute) - La Fondazione Enpam si rinnova. Dopo aver riformato la previdenza, il patrimonio e lo Statuto, l’Enpam adatta all'attualità anche il proprio logo. Il nuovo logo, presentato oggi a Roma, recupera in chiave moderna quello esistente, di cui riprende il bastone di Asclepio: il simbolo del dio greco della Salute è rappresentato da un serpente attorcigliato alla lettera P. In più, per la prima volta al logo viene associato un messaggio (pay-off): Previdenza, Assistenza, Sicurezza.

I livelli di lettura possibili sono molteplici, da quello più descrittivo (sicurezza come somma di previdenza e assistenza, che sono gli scopi principali della Fondazione Enpam) a quello più evocativo (che richiama la riforma della previdenza che ha messo in sicurezza le pensioni e la riforma del modello di gestione degli investimenti, che ha messo in sicurezza il patrimonio). "Tecnicamente l’Enpam può definirsi al sicuro: ce lo dicono i numeri e i fatti, cioè i conti del bilancio, i risultati degli investimenti e il buon corso dei processi, intesi sia come procedure operative interne sia come procedimenti che si svolgono nelle aule di giustizia - dice il presidente della Fondazione Enpam Alberto Oliveti - Siamo a tal punto convinti della nostra sicurezza che abbiamo voluto mettere questa parola sotto al nuovo logo".

Il cambiamento grafico servirà a rendere la comunicazione dell’Enpam più coerente e più chiara. Un’occasione attesa da tempo per dare il via a un coordinamento complessivo: dalle carte intestate alle buste, dalle brochure al sito internet, tutto verrà uniformato "per offrire agli iscritti messaggi più semplici da fruire", concludono dall'Enpam.

18 febbraio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us