Salute

Sanità: Msf, atterrato cargo con ospedale gonfiabile in Nepal

Operatori in aree remote per fornire cure, sindrome da schiacciamento fra problemi più diffusi

Roma, 30 apr. (AdnKronos Salute) - Nella notte il primo cargo di Medici senza frontiere (Msf) è riuscito ad atterrare a Kathmandu: a bordo quattro tende gonfiabili per realizzare un ospedale da campo, e tutte le forniture mediche necessarie al suo funzionamento. Le équipe stanno identificando il sito migliore per costruire l'ospedale, "dove i bisogni sono maggiori e dove il nostro intervento potrà dare il miglior valore aggiunto", spiegano da Msf.

Nel frattempo le equipe arrivate in Nepal nei giorni scorsi con kit portatili per interventi chirurgici e la costruzione di ripari, hanno avviato le attività. Un team chirurgico sta iniziando a supportare l’ospedale nel distretto di Bhaktapur, area gravemente colpita a est di Kathmandu. La priorità di Msf resta quella di raggiungere le aree più remote, che finora hanno ricevuto solo un'assistenza minima. Un'equipe composta da un medico, un infermiere e un logista ha lasciato Kathmandu in elicottero per avviare cliniche mobili nei villaggi remoti sulle montagne del distretto di Sindhupalchowk, gravemente colpite dal terremoto. Mentre ieri un'altra equipe è riuscita a portare oltre 200 kit per la costruzione di ripari nel villaggio di Gumba, distretto di Ghorka (200 km a nord di Kathmandu).

Continuano infine i contatti con gli ospedali di Kathmandu e Bhaktapur per monitorare la loro capacità di risposta alla sindrome da schiacciamento, patologia tipica dei terremoti. Tra gli oltre 60 operatori umanitari di Msf che si trovano oggi in Nepal, ci sono anche gli italiani Angelo Rusconi, logista che in questo momento si trova nell’area di Ghorka, e il responsabile finanza Andrés Weisz, basato a Kathmandu. È possibile sostenere l’azione di Medici Senza Frontiere donando al Fondo Emergenze, www.medicisenzafrontiere.it.

30 aprile 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us