Salute

Sanità: Morrone (Ime), intensificati rapporti con Siria e altri Paesi

Formare più medici possibile e trasportare bimbi malati nella nostra struttura per cure

Roma, 3 set. (AdnKronos Salute) - "Abbiamo intensificato i rapporti con Paesi come Siria, Libano, Nigeria, Etiopia, Iran, sia per trasferire il know how e formare più operatori sanitari e medici possibili, in modo che possano trattare i pazienti in loco, sia per organizzare i viaggi e trasportare soprattutto bambini nella nostra struttura, dove curiamo soprattutto talassemia, anemia falciforme, tumori del sangue, filariosi, leishmaniosi e tubercolosi, ma anche scabbia, che è ormai la 18esima malattia tropicale negletta nel mondo". A dirlo all'Adnkronos Salute è Aldo Morrone, presidente dell'Ime, Istituto Mediterraneo di Ematologia, che in questi mesi di emergenza migranti intende "rispondere agli appelli di disperazione e necessità di cure che viene da più parti del mondo", assicura.

"Siamo davvero colpiti dalla situazione drammatica che si è creata nelle ultime settimane. Le grida di aiuto ma anche di dignità che vengono dalle popolazioni in fuga sono immagini che ci hanno sconvolto. Noi ci occupiamo in particolare di Africa, medio e vicino Oriente e dopo la trasformazione del nostro Istituto in una vera e propria agenzia di cooperazione sanitaria internazionale (partecipata dai ministeri degli Esteri, dell'Economia, della Salute e della Regione Lazio) riusciamo a far arrivare in Italia i pazienti con le loro famiglie dove spesso è necessario trovare un donatore adatto, per i casi di trapianto".

"Inoltre - aggiunge - la nostra missione è anche di fare 'network' con gli altri importanti centri italiani, che gestiscono in rete casi specifici. Ripartirò a breve per il confine fra Eritrea ed Etiopia dove abbiamo aperto un ospedale legato all'Ime dedicato alle patologie pediatriche gravi. Sempre in questa zona il 18-21 novembre abbiamo organizzato un convegno, dove però intendiamo anche accogliere la popolazione, visitarla e parlare, per aiutare le persone a evitare di prendere la decisione di tentare l'imbarco per l'Europa". Interventi sono previsti anche in "Tunisia, un Paese ormai sconvolto dal terrorismo, in Nigeria e in Iran".

Ma molte persone, evidenzia Morrone, "non vogliono lasciare il loro Paese, è il caso di una ragazza siriana che abbiamo curato nelle scorse settimane che poi è voluta rientrare in Siria e non ricevere asilo politico. Non possiamo rimanere insensibili di fronte a tutta questa sofferenza. E' importante che l'Italia si muova", conclude.

3 settembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us