Salute

Sanità: medici prescrivano attività fisica nel verde, proposta in Gb

Roma, 28 dic. (AdnKronos Salute) - Una sorta di 'green prescription', in cui al posto o insieme ai soliti farmaci il medico indica anche la quantità e la tipologia di attività da effettuare rigorosamente nel verde. E' la novità a cui stanno pensando le autorità sanitarie britanniche, seguendo l'esempio di Paesi in cui le 'ricette verdi' sono già una prassi come la Nuova Zelanda e l'Australia.

L'idea, dicono i sostenitori, è di spostare l'attenzione delle prescrizioni dalla malattia al benessere, in modo anche da tentare di ridurre la spesa sanitaria e salvare il Servizio sanitario nazionale dalla rovina finanziaria. "Studi sulla speranza di vita mostrano che la mancanza di esercizio fisico è ormai seconda solo al fumo nel causare morti premature", spiega Tim Ballard, vice presidente del Royal College of Gps.

"Ci sono inoltre evidenze incontrovertibili sui benefici dell'attività all'aria aperta: meno tensione, stress e depressione; pressione sanguigna bassa; migliore risposta del sistema immunitario; bassi livelli di obesità, solo per citarne alcuni. E passare più tempo fuori - invece di guardare un monitor del computer, per esempio - equivale a un aumento complessivo dell'attività fisica. Credo che nel 2016 i medici dovrebbero iniziare a prescrivere del movimento nel verde". Il risparmio potrebbe essere considerevole. Natural England ha rilevato che per ogni sterlina spesa per incentivare esercizio fisico e camminate, il Nhs potrebbe risparmiarne oltre 7 nel costo del trattamento di patologie come le malattie cardiache, l'ictus e il diabete.

28 dicembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us