Salute

Sanità: Lorenzin, campagna fertilità costata 28.000 euro, la rifacciamo gratis

Roma, 2 set. (AdnKronos Salute) - "Non è piaciuta? La facciamo nuova. E' costata 28.000 euro e chi l'ha creata la rifarà gratis. Però ha colpito nel segno dal punto di vista della comunicazione dell'evento. Spesso si fanno iniziative di prevenzione e nessuno se ne accorge. Non voglio difendere le cartoline, ma far passare i principi della prevenzione". Ad assicurarlo il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, intervenendo a 'L'aria d'estate' su La7, in merito alle polemiche sul Fertility Day.

"Chi ha fatto queste cartoline - assicura - non aveva nessuna intenzione di offendere, dietro ci dovevano essere le spiegazioni. Si trattava di un 'save the date' fatto ad agosto e la campagna si deve ancora fare. In questi giorni eravamo impegnati su ben altro e avevamo rimandato la fase di lancio. Ma siccome viviamo nella realtà prendiamo atto di una comunicazione fraintesa".

Il ministro ha ricordato che sono necessarie "politiche sulla natalità. E' un lavoro da fare da qui a 20 anni, ma la fertilità è un tema che non si può ignorare: io da ministro della Salute pongo il tema sanitario e dico che ognuno deve fare il suo. La fertilità non si cura con l'asilo nido, è un problema di salute e noi abbiamo il compito di proteggere la capacità riproduttiva degli italiani".

La campagna sul Fertility Day, ha concluso Lorenzin "è dedicata al 50% agli uomini e al 50% alle donne, ma su un grande giornale oggi c'è un box in cui si dice cos'è la fertilità, e si afferma che quella femminile ha una 'scadenza' mentre quella maschile rimane inalterata: non è vero. C'è molta disinformazione anche ai livelli in cui non ci dovrebbe essere. Ma se la campagna non funziona cambiamola".

2 settembre 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us