Salute

Sanità: inquirenti, in Lombardia giro d'affari da 400 mln dal 2004 a oggi

Milano, 16 feb. (AdnKronos Salute) - Le dinamiche interne al mondo della sanità lombarda. Su queste si è concentrata l'inchiesta condotta dalla procura di Monza che ha portato, questa mattina, a 21 arresti tra i quali quello di Fabio Rizzi, tra gli autori della riforma sanitaria regionale. Le accuse mosse dal gip Emanuela Corbetta sono, a vario titolo, associazione per delinquere, corruzione, turbata libertà degli incanti e riciclaggio.

Le indagini sono state curate dal Nucleo investigativo di Milano a partire dall'autunno del 2013 e hanno ricostruito come negli anni, "al moltiplicarsi delle gare - sostengono gli inquirenti - sia corrisposta la nascita e il consolidamento di una posizione di sostanziale monopolio di un gruppo imprenditoriale con sede ad Arcore, l'Odontoquality, vincitore della pressoché totalità degli appalti", grazie a un "circuito criminale orientato ad influenzare (mediante la turbativa delle gare d’appalto bandite) le dinamiche di tale peculiare ambito".

Il 'circuito' avrebbe interferito sul piano amministrativo con "funzionari pubblici di diverse aziende ospedaliere che, corrotti dalle imprese fornitrici dei servizi sanitari, hanno reso loro favori illeciti nella gestione delle pratiche di loro competenza". C'è poi il piano 'imprenditoriale' con "corruttori che hanno beneficiato dell'aggiudicazione di importanti appalti pubblici truccati o di altre prestazioni illecite, accaparrandosi i proventi di un giro d'affari complessivo stimato in circa 400 milioni di euro dal 2004 ad oggi".

Sul fronte politico, il cosiddetto 'circuito' si faceva forte di "un consigliere della Regione Lombardia (Fabio Rizzi, ndr) ed un componente del suo staff (Mario Longo, ndr) che hanno garantito, con il loro appoggio strategico, le condizioni per far perdurare l’esistenza del 'sistema' clientelare". La ricerca della necessaria "copertura politica" da parte dell'imprenditrice al vertice del gruppo, sostiene ancora l'accusa, "si è tradotta in un interessato connubio tra i livelli imprenditoriale e politico, dando vita ad una associazione per delinquere responsabile della commissione di molteplici reati contro la Pubblica amministrazione".

Al centro, stando alla ricostruzione investigativa c'è Maria Paola Canegrati, amministratrice del complesso sistema societario che, nel corso degli anni, "ha potuto procurarsi attraverso turbative d'asta, la corruzione degli associati Longo e Rizzi e la corruzione dei funzionari pubblici preposti alla gestione dei servizi di odontoiatria affidati in service ai privati dalle singole aziende ospedaliere e alle forniture per i medesimi servizi, la stipulazione di vantaggiosi contratti per le predette società, nonché, sempre attraverso la corruzione degli associati, la stipulazione di vantaggiosi contratti con strutture sanitarie private e private convenzionate".

Le indagini hanno quindi permesso di dimostrare "la commissione di una serie di reati fine, coincisi con le turbative di ulteriori gare d'appalto ottenute attraverso la corruzione dei singoli funzionari pubblici e la loro 'induzione ambientale'.

I pubblici amministratori, cioè, da una parte si sono visti remunerare gli appoggi garantiti dall’imprenditrice, dall'altra, operando in seno ad aziende ospedaliere i cui vertici sono di nomina politica, hanno scelto di non ostacolare la Canegrati in forza degli appoggi strategici a lei garantiti da Longo e Rizzi".

16 febbraio 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us