Salute

Sanità: in Gb 'test della morte', prevede decesso entro 30 giorni

Il discusso esame messo a punto da esperti della University of New South Wales

Roma, 23 gen. (AdnKronos Salute) - Macabro e a dir poco pragmatico. In Gran Bretagna spunta un test per determinare se un anziano morirà entro 30 giorni da quando viene ricoverato in ospedale. Il tutto, dice chi l'ha messo a punto, aiuterà a evitare futili e costosi trattamenti medici che non farebbero altro che prolungare le sue sofferenze: in caso di esito affermativo, al paziente viene data la possibilità di tornare a casa per poter trascorrere gli ultimi momenti con i propri cari, sostenuto da cure palliative fornite dal Sistema sanitario inglese. Se ne parla sulla rivista 'Bmj Open publication Supportive & Palliative Care'.

Lo screening prende in considerazione 29 indicatori di salute inclusi età, livello di fragilità, presenza di varie malattie, condizione mentale, precedenti ricoveri, e produce una percentuale di possibilità di morte entro un arco di 1-3 mesi. I ricercatori che l'hanno messo a punto, esperti della University of New South Wales, spiegano che l'obiettivo dello 'Critera for Screening and Triaging to Appropriate alternative care', abbreviato in 'Cristal', è di avviare una discussione franca sul fine vita e di minimizzare il rischio di accanimento terapeutico. Gli autori hanno analizzato 112 studi 'peer-review' per trovare quali test e domande dovessero essere rivolti ai pazienti, come migliori indicatori di possibile morte.

"Ritardare una morte inevitabile contribuisce al lievitare dei costi della sanità - dice al 'Telegraph' Magnolia Cardona-Morrel, fra gli scienziati che hanno messo a punto il testo - e spesso non si migliora la qualità di vita del paziente o della sua famiglia, aumentando allo stesso tempo la frustrazione del personale sanitario". L'esame mira ad avviare una "onesta comunicazione fra pazienti, famiglie e medici nel riconoscere che la morte fa parte del ciclo della vita".

23 gennaio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us