Salute

Sanità: fisioterapisti, no a modifiche Ddl Lorenzin che aprono ad altre figure

L'Aifi scrive al ministro della Salute

Roma 19 mag. (AdnKronos Salute) - L’Associazione italiana fisioterapisti (Aifi) scrive una lettera aperta al ministro della Salute Beatrice Lorenzin per evidenziare "la forte preoccupazione nei confronti di una proposta di legge, il Ddl Lorenzin, che sovverte il percorso istituzionale, che prevede che l’individuazione di nuove figure sanitarie sia subordinata al parere di apposite Commissioni operanti nell’ambito del Consiglio superiore di sanità, mettendo a rischio la salute dei cittadini". L'Aifi contesta al disegno di legge Lorenzin gli "inopportuni articoli, che mirano all'istituzione di nuove professioni sanitarie in palese inosservanza delle giuste disposizioni previste dalla legge 43 del 2006", precisa l'associazione.

Il Ddl Lorenzin - ricorda l'Aifi - sarà in votazione in questi giorni e l'associazione "sta facendo tutto quello che è in suo potere per sensibilizzare gli attori di questo disegno di legge". L'Aifi ha anche lanciato una petizione contro il Ddl Lorenzin, "che dopo solo 5 giorni dal suo lancio ha raggiunto oltre 16 mila sostenitori - precisa l'associazione - segno evidente di quanto un disegno di legge così strutturato sia controverso".

19 maggio 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us