Salute

Sanità: dagli Internazionali di tennis Andy Murray contro la malaria

Roma, 9 mag. (AdnKronos Salute) - In Italia per partecipare agli Internazionali di Roma, il campione di tennis Andy Murray ribadisce il proprio impegno a sostegno della lotta contro la malaria. Il campione britannico, vincitore di un Grande Slam e dell’oro olimpico a Londra nel 2012, dal 2009 è uno dei principali testimonial della charity Malaria No More Uk, il cui scopo è eradicare la malaria da tutto il mondo anche attraverso il finanziamento del Fondo globale, il più grande finanziatore mondiale di programmi per combattere e sconfiggere malaria, tubercolosi e Aids.

"Per vincere nello sport occorrono dedizione, strategia e perseveranza - afferma Murray in una nota - Queste stesse qualità sono state fondamentali per ottenere enormi progressi nella lotta contro la malaria, che ho sostenuto per oltre sette anni attraverso la charity Malaria No More Uk. La malaria è una malattia prevenibile e con una terapia salvavita che costa meno di un caffè, eppure ancora oggi uccide un bambino ogni due minuti. Per questo sento come un mio dovere dare un contributo a questa campagna. Questa settimana sarò nella splendida Roma per gli Internazionali Bnl d'Italia. Mi ha fatto piacere scoprire che anche l'Italia sostiene la battaglia contro la malaria".

"Negli ultimi anni si sono fatti progressi senza precedenti, che hanno visto le morti per malaria nei bambini dimezzarsi e hanno permesso di salvare oltre 6 milioni di vite tra il 2000 e il 2015, l'equivalente delle popolazioni di Roma, Milano e Napoli messe assieme. Grazie al crescente impegno economico è stato inoltre possibile fornire più prevenzione, miglior diagnosi e cura della malattia. L'Italia e l'Europa hanno finalmente debellato la malaria: questo dimostra che possiamo vincere questa battaglia anche nel resto del mondo. Si tratta di un obiettivo raggiungibile, ma anche di una grande sfida", afferma il campione.

Raddoppiare entro il 2020 l'investimento globale contro la malaria "permetterà di influenzare i risultati della nostra lotta. Il 2016 è un anno cruciale per il Fondo globale per la lotta contro Aids, tubercolosi e malaria. Grazie al sostegno dell'Italia e del resto del mondo il Fondo potrà salvare la vita di molte persone, soprattutto bambini in Africa, l'area più colpita dalla malaria. Rinnovando l'impegno e disponendo di risorse sufficienti sarà possibile continuare con questo progetto ambizioso; se questo non accadrà - avverte Murray - c'è il rischio concreto che i progressi tanto faticosamente ottenuti vengano annullati e che la situazione torni a peggiorare".

"Dobbiamo analizzare e imparare dal passato, come faccio dopo ogni partita: quando il finanziamento per la lotta alla malaria è stato ridotto o bloccato, in molti Paesi si è assistito al ritorno ancora più aggressivo della malattia", osserva ancora il campione.

"Non possiamo permetterci di fermarci o di lasciarsi sfuggire delle occasioni quando le vite e il futuro di così tante persone sono in pericolo. Spero che tutte le nazioni, Italia compresa - auspica - rinnoveranno nei prossimi mesi l'impegno con il Fondo globale. Quella contro la malaria è una battaglia che non possiamo perdere: nessun bambino dovrebbe morire per colpa della puntura di una zanzara. Uniti possiamo formare un team vincente per battere la malaria una volta per tutte".

9 maggio 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us