Salute

Sanità: Consulcesi, pubblicate graduatorie specializzazione, previsti ricorsi

Roma, 12 ago. (AdnKronos Salute) - Una nuova ondata di ricorsi sull'accesso alle scuole di specializzazione in medicina. Se l'aspettano i legali di Consulcesi, all’indomani della pubblicazione delle graduatorie, sulla base delle segnalazioni ricevute alla chiusura dei test: "Troppe sedi d’esame, ben 449 in tutta Italia; incertezza sui programmi, ma soprattutto condizioni ambientali non uniformi".

Anche quest’anno, riferisce Consulcesi, monta la protesta per un concorso che ha escluso più della metà dei candidati - sono 6.700 i contratti di specializzazione a fronte di oltre 13 mila candidature - e su cui grava l’ombra di numerose irregolarità. "Tra queste - spiegano ancora i legali - l'eccessiva parcellizzazione delle sedi d’esame, incongrua se rapportata a un sistema di selezione basato su una graduatoria nazionale, il ricorso a strutture attrezzate in maniera non adeguata, sia dal punto di vista hardware/software sia da quello strutturale, la formazione non uniforme del personale d’aula, di ostacolo all’applicazione di regole uguali per tutti".

"Molto discussa dai giovani professionisti - proseguono - anche l’inclusione nella prima prova del test, comune a tutti i candidati, di quesiti riguardanti il triennio pre-clinico, con argomenti ritenuti poco adatti a valutare le competenze del medico, in quanto non contemplati dalla medicina clinica. Anche quest’anno, per il terzo anno di fila da quando è stato introdotto il nuovo sistema di selezione, sollecitiamo il Miur affinché aggreghi le sedi del concorso in una sede unica, come avviene peraltro per altri concorsi, basti pensare a quello in magistratura", concludono.

12 agosto 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us