Salute

Sanità: Chan (Oms), salute globale minacciata da 3 disastri al rallentatore

Cambiamenti climatici, superbug resistenti e malattie croniche

Roma, 23 mag. (AdnKronos Salute) - La salute del pianeta viene "modellata da 3 disastri al rallentatore: il cambiamento climatico, il fallimento crescente degli antibiotici a causa dei" superbug resistenti ai farmaci, "e la crescita delle malattie croniche come primi killer nel mondo". A lanciare l'allarme è il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità, Margaret Chan, nel suo intervento all'apertura della 69esima World Health Assembly al via oggi a Ginevra. Un appuntamento sul tema 'Transforming Our World: The 2030 Agenda for Sustainable Development', che riunisce 3.000 delegati dei 194 Stati membri dell'Oms.

In questa occasione, gli esperti vareranno le risoluzioni formali che guideranno il lavoro dell'organizzazione nei prossimi anni, e fisseranno le priorità di salute e le politiche sanitarie per uno sviluppo sostenibile dell'intero pianeta. Ebbene, lo stravolgimento climatico, i superbug resistenti ai farmaci e le malattie coniche "non sono disastri naturali, ma fatti dall'uomo. Creati - ammonisce Chan - da politiche che mettono gli interessi economici al di sopra delle preoccupazioni per il benessere dell'uomo e per quello del pianeta". Ma "il mondo gira in questo modo", ricorda con amarezza: "I farmaci per le malattie croniche sono più interessanti economicamente di una breve terapia antibiotica, i cibi molto processati sono più economici e convenienti di frutta e verdura fresca". Così "siamo sulla soglia di un'era post-antibiotica, in cui comuni malattie infettive torneranno a uccidere". Una minaccia che non può non essere presa sul serio.

Chan ricorda però anche i progressi fatti in questi anni: "19 mila bimbi in meno muoiono ogni giorno, più di 15 milioni di persone con Hiv ricevono la terapia antiretrovirale, contro i 690 mila del 2000". Ma nuove minacce sono all'orizzonte: l'inquinamento dell'aria, un killer del calibro dei suberbug, ma anche "la commercializzazione di cibi e bevande non salutari, specie quelli destinate ai bambini, ormai un fenomeno globale". Chan ricorda poi le recenti esperienze con Mers, Ebola, Zika e febbre gialla, e le lezioni apprese. Prima fra tutte, la globalizzazione: nessuna malattia resta a livello locale molto a lungo.

"L'agenda per il 2030 punta a evitare i tre disastri" al rallentatore, ma anche molti altri". Ponendosi obiettivi "ambiziosi, visionari e per alcuni irrealistici. Ma io - sottolinea - non sono d'accordo. Questa visione ispira ottimismo e speranza, ma è anche ancorata alla realtà di un modo che chiede disperatamente di cambiare. L'agenda" dell'Oms "mette le persone lasciate indietro al primo posto", evidenzia Chan, ricordando la tragedia dei migranti in Europa, e quella delle persone le cui vite sono minacciate dai conflitti.

"Abbiamo vinto su altri fronti", conclude il Dg Oms, esortando i delegati a lavorare per un futuro diverso. Questa Assemblea può "contare su solide fondamenta per una costruzione di successo".

23 maggio 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us