Salute

Sanità: biologi, tavolo su tariffe laboratorio o 2.500 strutture a rischio

Calcatelli, prossime settimane decisive per incontro

Roma, 29 ott. (AdnKronos Salute) - Un tavolo tecnico per discutere di tariffe, altrimenti 2.500 laboratori d'analisi accreditati saranno costretti a chiudere. "La situazione è sempre più critica, i dannosi effetti che il decreto Balduzzi sta avendo su numerosi laboratori di analisi ne mette a rischio la sopravvivenza: parliamo di 24 mila biologi che operano tra pubblico e privato ". E' l'appello lanciato da Ermanno Calcatelli, presidente dell'Ordine nazionale dei biologi.

"Stiamo lavorando in queste giornate per sensibilizzare i ministeri della Salute e dello Sviluppo Economico - aggiunge - su questo problema che rischia di aprire uno stato di crisi per il settore. Abbiamo fiducia che nelle prossime settimane ci sarà un incontro per programmare un percorso condiviso che ci porti poi al tavolo".

Con il taglio del 40% delle tariffe, previsto dal decreto Balduzzi (legge 189 del 2012) "i laboratori privati accreditati sono condannati. Sopravviveranno solo quelli che fanno 500 mila prestazioni l'anno, ma la maggior parte non supera le 70-80 mila prestazioni in media. Frutto anche dell'aggregazione forzata prevista in molte Regione ", precisa Calcatelli.

"E' impossibile mantenere un livello di qualità elevata nel fare analisi e test con tariffe troppo basse - avverte il presidente dell'Onb - poi non ci si deve stupire se sul web ci sono offerte scontate per la diagnostica o altri esami, ma chi ci garantisce la qualità dei reagenti, magari 'made in China', con prezzi così stracciati?".

Secondo Calcatelli, "la crisi di questo settore si ripercuote su tutti. I dati del X Rapporto sanità dell'Università Tor Vergata di Roma presentato oggi, che indicano come l'Italia per la sanità spende molto meno degli altri Paesi europei, sono la dimostrazione - conclude - che serve un passo diverso per far tornare questo Paese e chi, come i laboratori d'analisi, è determinante per garantire le prestazioni sanitarie sul territorio, a primeggiare".

29 ottobre 2014 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us