Salute

Salute: Usa, 4 pillole su 5 a base di erbe energizzanti non contengono nulla

L'allarme lanciato dal procuratore generale di New York

Roma, 4 feb. (AdnKronos Salute) - Le pillole e le capsule vendute come integratori a base di erbe 'energizzanti' come il ginkgo biloba, il ginseng o l'echinacea, potrebbero non contenere nulla di quanto promesso nell'etichetta. Secondo uno studio pubblicato dal procuratore generale di New York, Eric Schneiderman, su cinque di questi integratori quattro non contengono gli ingredienti naturali per cui vengono comprati. Lo riporta la rivista online 'The Atlantic'.

"La disinformazione nel settore degli integratori è dilagante. Questi prodotti - avvertono i ricercatori del Center for Biodiversity Genomics dell'University of Guelph (Canada) che hanno studiato alcuni casi - non devono essere testati per verificarne la purezza, l'efficacia o la sicurezza". Negli Usa infatti vige dal 1994 il Dietary Supplement Health and Education Act, una norma che non prevedere controlli sugli integratori.

Attualmente sul mercato americano ci sono circa 65mila tipi di integratori alimentari, consumati da circa la metà della popolazione. La Food and Drug Administration (Fda) ha il potere di rimuovere questi prodotti dagli scaffali con effetto retroattivo se gli ingredienti hanno dimostrato di essere pericolosi. E in passato è già avvenuto - scrive il 'New York Times' - Ora per la prima volta l'agenzia Fda ha minacciato di procedere con azioni legale contro le catene della grande distribuzione al dettaglio e le farmacia che vendono prodotti di erboristeria con etichette deliberatamente fuorvianti.

4 febbraio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us