Salute

Salute: quasi 2.500 prodotti pericolosi ritirati dal mercato Ue nel 2014

Nel 64% provenienti dalla Cina, giocattoli articoli di moda i più interessati ai provvedimenti

Roma, 23 mar. (AdnKronos Salute) - Dai giocattoli alle auto, dagli indumenti alle scarpe. Sono stati quasi 2.500 i prodotti non alimentari cui è stato impedito l'ingresso sul mercato europeo o che sono stati ritirati perché pericolosi per i consumatori. Ben il 64% ha riguardato prodotti provenienti della Cina, mentre le categorie più interessate sono state i giocattoli (28%) e gli indumenti, i prodotti tessili e gli articoli di moda (23%). E i rischi chimici, di lesioni e di soffocamento sono stati tra i pericoli segnalati più frequentemente per questi articoli.

Sono i dati pubblicati oggi dalla Commissione europea che da 12 anni collabora con gli Stati membri per garantire che i beni di consumo immessi sul mercato europeo siano sicuri, avvalendosi del sistema di allarme rapido per i prodotti pericolosi non alimentari. "Ogni prodotto in Europa - ha dichiarato Věra Jourová, commissaria europea per la Giustizia, i consumatori e la parità di genere - deve essere sicuro per i nostri cittadini. I prodotti che possono causare danni devono essere ritirati dal mercato quanto prima. Proprio per questo motivo abbiamo creato il sistema di allarme rapido, uno strumento che nel corso degli anni si è rivelato molto efficace nella tutela dei consumatori europei. Si tratta di un esempio molto pratico della cooperazione dell’Ue a vantaggio dei nostri cittadini".

I rischi chimici più comuni segnalati nel 2014 riguardano prodotti come scarpe e articoli in cuoio (ad esempio il cromo VI, una sostanza che irrita la pelle), i giocattoli e gli articoli di puericultura (ad esempio gli addolcitori della plastica, che possono causare problemi di fertilità), e la bigiotteria (ad esempio metalli pesanti nocivi). Le notifiche - 2.435 - sono aumentate del 3% rispetto all'anno scorso, il che significa che i consumatori sono stati protetti meglio in quanto è stato bloccato un numero maggiore di prodotti pericolosi.

Il sistema di allarme rapido garantisce che le informazioni sui prodotti pericolosi non alimentari ritirati dal mercato e/o richiamati ovunque in Europa siano trasmesse rapidamente tra gli Stati membri e la Commissione. Ciò permette di adottare i conseguenti provvedimenti opportuni in tutta l’Ue e di informare i consumatori. Nel 2014 sono stati registrati nel sistema 2.755 provvedimenti di questo tipo. Sempre nel 2014 il sito web del sistema di allarme rapido è stato visitato da quasi 2 milioni di persone.

Ecco come funziona: quando uno Stato membro individua un prodotto che non è sicuro, inserisce una notifica nel sistema di allarme rapido. Tutti gli altri paesi effettuano una ricerca del prodotto in questione nei rispettivi mercati e se lo individuano indicano i provvedimenti (blocco delle vendite, ritiro, richiamo o rifiuto all’importazione da parte delle autorità doganali) che hanno adottato.

La Cina rimane il principale Paese di origine dei prodotti pericolosi notificati nel sistema di allarme rapido. La Commissione collabora strettamente con la Cina attraverso il "sistema di allarme rapido - Cina" per garantire che le autorità cinesi affrontino tutte le questioni di sicurezza dei prodotti in loco.

23 marzo 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us