Salute

Salute: quanto siamo felici? Oms lancia progetto-sfida per misurarlo

Gli esperti, obiettivo importante ma aggiunge una nuova dimensione da monitorare

Milano, 24 set. (AdnKronos Salute) - Misurare la soddisfazione personale per ampliare i confini della salute. E' questo l'ambizioso proposito dell'Organizzazione mondiale della sanità, che sta chiedendo in via sperimentale agli abitanti di 53 Paesi europei quanto sono felici. Tre anni fa l'Oms ha infatti deciso di includere indicatori del benessere nei documenti sulla salute. Si tratta di 5 parametri, 4 oggettivi (la valutazione del tessuto sociale, la sicurezza economica, l'ambiente naturale e quello costruito dalle persone e l'educazione) e uno soggettivo, la soddisfazione personale. Gli indicatori devono essere standardizzati, tenendo conto che in culture diverse si può attribuire un peso differente a valori come il successo materiale e l'equità.

Nell'ultimo report annuale sulla salute europea, ricorda il 'New Scientist', l'Oms ha tentato di stabilire un modello che consideri la variabilità culturale. "La salute non è solo assenza di malattia - avverte Claudia Stein dell'agenzia ginevrina - Abbiamo anche fornito un rapporto su morte, malattia e disabilità".

Alcuni ricercatori plaudono gli obiettivi dell'Oms, ma mettono in guardia che non saranno facili da raggiungere. "Misurare il benessere soggettivo in 53 Paesi è una grande sfida per la variabile culturale, ma potenzialmente aggiunge una nuova e diversa dimensione da monitorare - sostiene Michael Marmot dell'Institute of Health Equity dell'University College di Londra - Bisogna fare attenzione però a mischiare salute e benessere. Sono concetti che in parte si sovrappongono, ma non sono identici".

Per David Napier, professore di antropologia medica all'University College di Londra, la mossa dell'Oms è molto importante, non solo per l'aumento delle migrazioni su larga scala, ma anche per la tendenza a trasformare la medicina da scienza della malattia a scienza della salute.

24 settembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us