Salute

Salute: primari dentisti, 1 paziente su 3 rinuncia a controlli post intervento

L'allarme di odontoiatri sugli effetti della crisi, si rischiano complicanze che vanificano cure

Roma, 6 nov. (AdnKronos Salute) - La crisi ha effetti sempre più inquietanti sulla salute degli italiani. Un paziente su 3 rinuncia infatti alle visite di controllo post-operatorie nei reparti di odontoiatria degli ospedali italiani, dove in genere si eseguono interventi complicati o su pazienti più fragili, difficilmente realizzati negli studi privati.

A lanciare l'allarme Francesco Riva, direttore della chirurgia odontostomatologica dell'ospedale Eastman di Roma a margine della presentazione dell'Open Day dei servizi sanitari pubblici, dedicato alla salute della bocca, che prevede - dal 13 al 15 novembre - visite gratuite specialistiche nelle diverse strutture pubbliche italiane di odontoiatria e chirurgia maxillo-facciale. "In questi anni di crisi - ha spiegato Riva all'Adnkronos Salute - abbiamo notato che gli italiani fanno sempre meno controlli, perché la spesa anche del semplice ticket è diventata poco sostenibile. Un fenomeno evidentissimo per le visite di controllo o per le radiografie post operatorie che richiediamo ai pazienti. E questo fa crescere i rischi". Che sono molti.

Se il medico non può valutare il decorso post operatorio, infatti, problemi che potrebbero essere risolti rapidamente ingenerano invece complicanze. "Le complicazioni infettive - dice Riva - possono vanificare i risultati ottenuti in sala operatoria. E questo, oltre a pesare sulla salute e sulla qualità della vita dei pazienti, pesa anche a livello economico sul Ssn".

Anche per questo l'associazione dei primari di odontoiatria e chirurgia maxillo facciale "ha lanciato l'iniziativa 'La salute in bocca' - ha concluso Riva - realizzata con le nostre risorse, anche personali, e senza pesare in alcun modo sul Servizio sanitario nazionale: la prevenzione, per quanto riguarda la salute della bocca, è fondamentale", in particolare per i tumori del cavo orale che ancora oggi sono troppo spesso rilavati in stadi più avanzati rispetto a molte altre patologie oncologiche.

6 novembre 2014 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us