Salute

Salute: presidente ortodonzisti, Malika con apparecchio è esempio per adolescenti

Sanremo, 12 feb. (AdnKronos Salute) - "Malika Ayane è un esempio per i suoi giovani fan e aver cantato con l'apparecchio ortodontico, certa di non compromettere la performance, non potrà che dare forza a coloro che si devono sottoporre a identica cura senza sentirsene in alcun modo discriminati né sotto il profilo estetico né nella vita di relazione". Giampietro Farronato, ordinario di Ortognatodonzia all'università degli Studi di Milano e presidente della Sido (Società italiana di ortodonzia), plaude all'esibizione di Malika Ayane, prima artista a salire sul palco del Teatro Ariston con l'apparecchio ortodontico.

"Malika - spiega Farronato - è una cantautrice italiana molto famosa, soprattutto tra i giovani. La sua esibizione è stata la più twittata dell'intera serata del Festival, quindi la più vista anche dai giovani che seguono gli eventi televisivi interagendo sui social network". Risultati evidentemente dovuti, spiega il presidente della Sido, alla "bravura e alla notorietà dell'artista e non all'aver mostrato l'apparecchio ortodontico per la prima volta sul palco dell'Ariston. Ma l'aver cantato davanti ad una platea di milioni di persone, perché Sanremo è trasmesso in mondovisione, dimostra che l'apparecchio ortodontico, un tutore medico come altri, non disturba la prestazione professionale, non è sgradevole alla vista, non è invalidante né discriminante".

"La terapia ortodontica, a cui sempre più bambini e adulti devono sottoporsi - sottolinea l'esperto - è lunga, invasiva e fastidiosa, ma è eseguita per motivi di salute e deve essere vissuta con naturalezza. Togliere un apparecchio ortodontico, anche solo temporaneamente, ritarda la guarigione quando non causa danni peggiori".

12 febbraio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us