Salute

Salute: pane arricchito di polvere d'alga riduce assorbimento grassi

Studio GB, utile per chi soffre di 'fegato grasso'

Vienna, 23 apr. (AdnKronos Salute) - Dalle profondità marine un alleato per chi soffre di 'fegato grasso', ma anche per chi deve cercare di perdere peso. Uno studio britannico, presentato oggi all'Easl 2015 di Vienna, rivela infatti che il pane arricchito con polvere d'alga inibisce la digestione dei grassi e i lipidi in circolo, nei pazienti che soffrono di fegato grasso non alcolico.

Il beneficio, spiegano i ricercatori della Newcastle University diretti da David Houghton, è legato agli alginati, polisaccaridi estratti dall'alga bruna che non sono digeribili nel tratto gastrointestinale superiore. Gli alginati inibiscono l'attività della lipasi pancreatica e questo, dicono gli epatologi, riduce la digestione e l'assorbimento del grasso. Il loro studio puntava a capire se un pane arricchito di polvere d'alga avesse il potere di inibire la digestione dei grassi.

Ebbene, il team ha coinvolto 29 pazienti in una ricerca in doppio cieco, confrontando l'effetto della somministrazione di 100 g di pane arricchito di alginato e 20 g di burro con quello di altrettanto pane e burro 'normale', e analizzando poi i soggetti attraverso test del sangue e questionari. "Questo è il primo studio - affermano gli autori - a dimostrare che i prodotti arricchiti di polvere d'alga riducono la digestione dei grassi negli esseri umani. I dati mostrano che il pane" speciale "è in grado di ridurre del 31% la digestione dei grassi". Dunque questo approccio nutrizionale ha un "potenziale nella perdita di peso e nelle terapie metaboliche, senza effetti collaterali. Dovrebbe pertanto essere considerato nella terapia del fegato grasso non alcolico".

23 aprile 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us