Salute

Salute: Obesity day invita a stili vita sostenibili, camminare per star bene

'Mediterraneo' è uno stile di vita non solo dieta, il 10 ottobre consulenze gratis in centri Adi

Roma, 6 ott. (AdnKronos Salute) - 'Camminare per star bene', un invito incentrato doppiamente sulla sostenibilità. Da un lato perché combattere l'obesità - dicono gli esperti- permette di prevenire le elevate spese sanitarie legate alle conseguenze del problema, dall'altro, perché camminare rappresenta, disabilità a parte, un tipo di attività efficace accessibile a tutti. E fa parte di quello 'stile di vita mediterraneo', che non si limita solo alla dieta, di cui abbiamo imparato a conoscere i vantaggi. Sono i messaggi dell'Obesity day 2016, campagna presentata questa mattina a Roma dall'Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica (Adi), in programma il 10 ottobre, giornata in cui i centri Adi offriranno in tutta Italia incontri e consulenze gratuite per aiutare, adulti e bambini, a fare propri i principi che stanno alla base della nuova piramide alimentare mediterranea.

"L'obesità è una patologia e non un problema di estetico, come ribadiamo ormai da anni", ha ricordato Giuseppe Fatati, presidente della Fondazione Adi. "Anche per questo ' Camminare è salute' - ha aggiunto - è uno di quei messaggi che vanno rafforzati perché oggi, se vogliamo garantire la sostenibilità del nostro sistema sanitario, dobbiamo imparare, come medici, a potenziare i fenomeni epigenetici positivi, ovvero la capacità degli stili di vita di influire positivamente anche sui geni e tenere lontane le malattie. L'epigenetica è una branca molto giovane della medicina ma ci dice che a parità di eredità genetica i comportamenti e gli stili di vita positivi ci fanno vivere meglio e più a lungo in salute". L'alimentazione da sola non è sufficiente, "fa qualcosa ma non tutto. E infatti la 'dieta mediterranea', come ci dice l'Unesco, è di più che semplice cibo. E' un modo di vivere: la frugalità, il giusto riposo che aiuta a controllare il peso, il movimento, i metodi di cucina tradizionali".

Una scorretta alimentazione e l'inattività fisica sono, insieme al fumo e all’abuso di alcol, i principali fattori di rischio responsabili dell’86% delle morti in Europa e in Italia, che influiscono sul 75% della spesa sanitaria, ricorda l'Adi.

Fare movimento per star bene è necessario ed è anche possibile per tutti, ricordano gli esperti Adi. Fondamentale, quindi, scegliere attività fattibili in qualsiasi momento della giornata come camminare a passo spedito per 3 volte alla settimana, per almeno 45 minuti, oppure salire e scendere un solo piano di scale di seguito per 15 minuti, un paio di volte al giorno.

"Uno stile di vita salutare e attivo è in grado di modificare in senso positivo sia la qualità e sia la durata della vita di ciascuno di noi - ha ribadito Fatati - Non serve strafare o sudare copiosamente.

La chiave di lettura di un buon uso dei propri muscoli è costituita, durante l’attività fisica, da un ritmo cardiaco accettabile e dalla sensazione di piacere, con respirazione appena più frequente e profonda".

Gli stili di vita sani, infine, sono uno elemento di salute che dovrebbero essere insegnati sin dell'infanzia. "La nuova piramide alimentare mediterranea dovrebbe essere studiata in tutte le scuole e fatta propria in tutte le famiglie - ha dichiarato Antonio Caretto, presidente Adi - l’alimentazione preventiva, fatta attraverso il lavoro e i menù delle mense scolastiche elaborati dalle Asl e dagli operatori sanitari qualificati, aiuta i bambini a tenere un comportamento alimentare corretto nel rispetto delle porzioni, della biodiversità e stagionalità dei prodotti e allo stesso tempo contribuisce alla convivialità e alla socializzazione. Elementi che aiutano a prevenire e a contrastare l’insorgere di patologie come l’obesità che in Italia coinvolge il 9,8% dei bambini e il sovrappeso (20,9%)".

6 ottobre 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us