Salute

Salute: nuovo studio sul caffè, 3-5 tazzine e cala rischio morte prematura

Milano, 17 nov. (AdnKronos Salute) - - C'è chi non muove un passo senza averne bevuto uno al mattino, chi lo vive come un rituale da ripetere ogni giorno al bancone del bar, chi non può farne a meno alla fine di un pasto. Ma ora gli amanti del caffè potrebbero avere un motivo in più per concedersi una pausa con in mano una tazzina fumante. Secondo un nuovo studio, condotto da un team di ricercatori Usa, un consumo moderato di caffè può ridurre il rischio di morte prematura. Il lavoro è pubblicato online su 'Circulation' e finanziato con grant di ricerca dei National Institutes of Health (Nih).

Secondo gli esperti dell'Harvard T. Chan School of Public Health, le persone che bevono da 3 a 5 tazzine della bevanda più amata dagli italiani potrebbero avere meno probabilità di morire prematuramente per alcune malattie, rispetto a chi ne beve di meno o per niente. E i benefici non riguardano solo gli 'integralisti del chicco': anche chi alterna entrambe le tipologie di caffè, quello tradizionale con caffeina e il decaffeinato, guadagna vantaggi tra cui un più basso rischio di morte per malattie cardiovascolari, neurologiche e diabete di tipo 2.

"I composti bioattivi del caffè - argomenta il primo autore della ricerca, Ming Ding - riducono la resistenza all'insulina e l'infiammazione sistemica. Questo potrebbe spiegare alcuni dei nostri risultati. Tuttavia, sono necessari ulteriori studi per indagare i meccanismi biologici che producono questi effetti".

I ricercatori hanno analizzato i dati sanitari dei partecipanti a 3 maxi studi in corso: 74.890 donne del Nurses' Health Study, 93.054 del Nurses' Health Study 2 e 40.557 uomini dell'Health Professionals Follow-up Study. Il consumo di caffè è stato valutato, mediante questionari validati, ogni 4 anni nell'arco di circa 30. Durante il periodo, 19.524 donne e 12.432 uomini sono morti per una serie di cause.

In tutta la popolazione dello studio, il consumo moderato di caffè è risultato associato a una riduzione del rischio di morte per malattie cardiovascolari, diabete, malattie neurologiche come il morbo di Parkinson e suicidio, concludono gli esperti. E il consumo della bevanda non è stato associato a morti per cancro. I risultati sono stati corretti tenendo conto dei potenziali fattori confondenti come il fumo, l'indice di massa corporea, l'attività fisica, il consumo di alcol e altri fattori legati alla dieta.

Il lavoro, precisa l'autore senior Frank Hu, professore di nutrizione ed epidemiologia, "fornisce ulteriori prove sui benefici del caffè", se assunto in maniera misurata, "in termini di riduzione di morte prematura. Questi dati supportano quanto suggerito nel Rapporto 2015 sulle linee guida alimentari, e cioè che 'il consumo moderato di caffè può essere incorporato in un modello alimentare sano'".

17 novembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us