Salute

Salute: meditazione promettente contro la depressione

Roma, 21 apr. (AdnKronos Salute) - Non solo pillole. La meditazione potrebbe costituire una nuova opzione per milioni di persone afflitte da depressione ricorrente. Lo suggerisce uno studio su 'Lancet'. Gli scienziati hanno testato questo approccio mindfulness confrontandolo con gli anti-depressivi, scoprendo che funziona come i farmaci nelle persone a rischio di recidiva.

Questo tipo di approccio addestra le persone a focalizzare la mente, comprendendo che i pensieri negativi possono andare e venire. Chi ha avuto recidive di depressione clinica spesso assume anti-depressivi a lungo termine per prevenire ulteriori episodi. E gli stessi esperti sottolineano che la terapia farmacologica è ancora indispensabile per molti. In questo studio, gli scienziati britannici hanno arruolato 212 persone a rischio di ulteriore depressione, sottoponendole a un ciclo di terapia cognitiva mindfulness e riducendo attentamente i loro farmaci. I pazienti hanno partecipato a sessioni di gruppo dove hanno imparato la meditazione guidata e le tecniche della mindfulness. La terapia è mirata ad aiutare le persone a concentrarsi sul presente, a riconoscere i segni premonitori di depressione e a 'contrastarli'.

I ricercatori hanno confrontato i risultati ottenuti da chi ha meditato con quelli di 212 persone che hanno continuato a seguire un ciclo completo di farmaci per due anni. Alla fine dello studio, una percentuale simile di persone era ricaduta nella depressione in entrambi i gruppi. Molti di quelli che avevano meditato, inoltre, erano riusciti a ridurre gradualmente i loro farmaci. Secondo gli scienziati, questi risultati suggeriscono che questo approccio potrebbe fornire un'alternativa per le persone che non possono o non vogliono prendere farmaci a lungo termine. Insomma, riferisce la Bbc, questa terapia "potrebbe costituire una nuova opzione per milioni di persone con depressione ricorrente".

21 aprile 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us