Salute

Salute: medici, jeans troppo aderenti possono danneggiare muscoli e nervi

In Australia una donna di 35 è stata ricoverata in ospedale, aveva indossato denim modello 'skinny'

Roma, 23 giu. (AdnKronos Salute) - Fari puntati sui jeans modello 'skinny'. Molto aderenti, quasi una seconda pelle, sono diventati uno dei must dell'abbigliamento femminile e non solo. Ma in certi casi rischiano di danneggiare seriamente i muscoli e nervi. E' il caso descritto sul 'Journal of Neurology, Neurosurgery and Psychiatry' dai medici del Royal Adelaide Hospital and Department of Medicine in Australia, dove una donna di 35 anni è stata ricoverata in ospedale con gravi problemi alle gambe, dovuti secondo i sanitari proprio all'effetto costringente dei jeans aderenti con cui aveva fatto un trasloco stando per molto tempo accovacciata.

La donna, che alla fine della giornata non riusciva più a camminare, per i medici aveva sviluppato una condizione definita sindrome compartimentale: la pressione tissutale aumenta e diminuisce la perfusione sanguigna. Il sangue, in altre parole, non riesce a circolare bene né ad arrivare dove dovrebbe. Questo stato provoca tumefazione dei muscoli, con dolore e gonfiore delle parti interessate. Alla 35enne è stata applicata una flebo e dopo 4 giorni è di nuovo tornata a camminare senza aiuto.

La storia rimbalza sui media internazionali. Che ricordano come anche altri medici abbiano riportato una serie di casi in cui i pazienti, sempre dopo avere indossato jeans skinny, hanno sviluppato formicolio alle cosce e intorpidimento dei muscoli.

23 giugno 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us