Salute

Salute: lo studio, troppa frutta secca e broccoli aumentano rischio infarto

Steroli vegetali agiscono come 'Dr. Jekyll e di Mr. Hyde' su colesterolo e cuore

Roma, 28 lug. (AdnKronos Salute) - Frutta secca, broccoli, cavolfiori e olive. Sono alimenti ricchi di steroli vegetali da sempre riconosciuti come amici della salute riducendo il colesterolo cattivo. Ma in concentrazioni elevate nella dieta potrebbero aumentare il rischio di infarto. Gli steroli vegetali sono una sorta di 'Dr. Jekyll e di Mr. Hyde' dell'alimentazione, secondo uno studio della Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università Cattolica e del Policlinico Gemelli di Roma. I ricercatori hanno scoperto che riducendo la quantità di steroli vegetali nel sangue si riduce l’aterosclerosi e dunque il rischio di infarto.

I risultati, ottenuti grazie all’analisi dettagliata dei dati di una ricerca clinica giapponese appena pubblicata sul 'Journal of the American College of Cardiology' (Jacc), potrebbero avere ricadute importanti perché sino a oggi si è ritenuto che gli steroli vegetali avessero unicamente un effetto positivo e aiutano, anche se di poco, a ridurre il colesterolo cattivo.

Invece, alla luce del nuovo studio, proprio in questi 'amici' del cuore potrebbe celarsi un altro nemico della salute cardiovascolare. L’analisi dei dati è stata condotta da Filippo Crea, direttore del dipartimento di Scienze Cardiovascolari del Policlinico Gemelli, che ha pubblicato un editoriale sullo stesso numero di 'Jacc'.

"Il lavoro del gruppo di ricercatori giapponesi dimostra che l’aggiunta alla terapia classica anti-colesterolo con statine di un secondo farmaco chiamato Ezetemibe - spiegano gli esperti della Cattolica - riduce la gravità dell’aterosclerosi coronarica in misura maggiore rispetto alle sole statine. L’Ezetemibe è un farmaco che inibisce l’assorbimento intestinale di colesterolo e di steroli vegetali. Invece le statine inibiscono la sintesi del colesterolo nel fegato". Il professor Crea, analizzando in profondità i dati dello studio giapponese, ha osservato che l’effetto favorevole dell’Ezetemibe sull’aterosclerosi coronarica è associato proprio a una riduzione dei livelli ematici di steroli vegetali.

"Quest’osservazione - spiega Crea - è rilevante ai fini della controversa questione degli effetti dell’integrazione di steroli vegetali nella dieta. Infatti, se da una parte l’arricchimento di queste sostanze grasse riduce lievemente l’assorbimento di colesterolo (con una riduzione di circa il 10%), dall’altra tale integrazione aumenta marcatamente i livelli ematici di tali steroli" che alla luce del nuovo studio potrebbe essere deleteria.

Vi erano già alcuni dubbi sui reali effetti benefici degli steroli vegetali aggiunti nell’alimentazione attraverso prodotti 'ad hoc'. Infatti precedenti studi avevano evidenziato che chi, per motivi genetici, ha elevati livelli plasmatici di steroli vegetali nel sangue presenta un più alto rischio di infarto.

I dubbi sul conto degli steroli vegetali aumentano ora che si è visto che aggiungendo Ezetemibe alla terapia con statine la placca arterosclerotica si riduce. Poiché l’effetto favorevole dell’Ezetemibe sull’aterosclerosi coronarica sembra proprio mediato, almeno in parte, da una riduzione dei livelli ematici di steroli vegetali. "Non esistono a oggi - conclude Crea - studi che abbiano chiarito se l’integrazione nella dieta di steroli vegetali si traduca in un aumento o in una riduzione del rischio d’infarto, o se l’effetto finale sia del tutto neutro, ovvero se gli effetti positivi e negativi degli steroli vegetali si annullano reciprocamente".

28 luglio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us