Salute

Salute: il nutrizionista, contro freddo piccoli pasti e zucchero nel caffè

Zuppe e bevande calde per scaldare, idratare e trovare energia

Roma, 2 feb. (AdnKronos Salute) - Pasti rigorosamente caldi, leggeri e frequenti per affrontare le giornate più rigide con la necessaria energia. E' il consiglio del nutrizionista Giorgio Calabrese, che inviata a non demonizzare lo zucchero, in particolare in questo periodo. "Una buona tazza di latte, tè o orzo zuccherato sono la pausa ideale quando si ha freddo. Ovviamente non bisogna esagerare, ma con le basse temperature l'energia resa disponibile dallo zucchero o dal miele è importante", dice l'esperto all'Adnkronos Salute.

Il primo passo "è scaldarsi - continua - partiamo quindi da piatti caldi. Minestre, zuppe, passati di verdura che aiutano, piacevolmente, a introdurre liquidi che veicolano i nutrienti necessari. Via libera alla verdura da accompagnare con legumi e cereali. Meglio, inoltre, quando mangiamo pesce o carne, puntare su cotture semplici ed evitare i condimenti eccessivi, utilizzando semplicemente un buon olio di oliva a crudo. Dobbiamo ricordare, infatti, che quando fa molto freddo, c'è una vasocostrizione e si ha difficoltà digestiva e anche il fegato fatica".

Per questo "va bene fare pasti piccoli e frequenti - aggiunge l'esperto - senza dimenticare gli spuntini di metà mattina e a metà pomeriggio. Vanno bene i prodotti da forno, ad esempio, meglio ancora se fatti in casa. Accompagnati da una bevanda calda zuccherata, che è anche piacevole e aiuta a recuperare energia immediatamente e a introdurre liquidi perché, anche se pochi lo ricordano, il freddo eccessivo disidrata".

2 febbraio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us