Salute

Salute: il medico, più acqua e più sonno per affrontare caldo improvviso

Cricelli, consigliare ad anziani di prepararsi per tempo con condizionatori e vestiti, ragazzi a letto presto

Roma, 4 mag. (AdnKronos Salute) - Parole d'ordine: bere di più e dormire a sufficienza. Per ridurre i disagi del caldo improvviso, a cui il nostro organismo non è ancora preparato, il medico di famiglia consiglia dunque di attrezzarsi per tempo. "Soprattutto agli anziani stiamo già dando indicazioni pratiche. Come, ad esempio, di far controllare gli impianti di condizionamento in casa, perché siano pronti all'uso. E consigliamo di bere, anche se non se ne sente l'esigenza, appena si alza la temperatura", spiega all'Adnkronos Salute, Claudio Cricelli, presidente della Società italiana di medicina generale e delle cure primarie (Simg).

Dal rialzo di temperature atteso nelle prossime ore "ci aspettiamo un aumento delle malattie da raffreddamento, dovute agli sbalzi termici. Ai nostri pazienti più anziani, ai familiari o alle loro badanti ricordiamo di tirare fuori gli abiti leggeri, di vestirsi a strati e di utilizzare i cappelli quando si esce". Anche l'alimentazione "va adeguata, passando ad un regime più estivo, ricco di acqua, verdura e frutta. L'organismo si adatta, in una decina di giorni alle novità climatiche, bisogna aiutarlo in questo passaggio", ricorda Cricelli.

Anche i ragazzi alle prese con la fase finale della scuola avranno bisogno di più attenzioni, con un incremento di verdura e frutta nel menù. "La fase della sonnolenza stagionale - aggiunge Cricelli - dovrebbe già essere passata, ma è sempre necessario dormire a sufficienza. Spesso non si considera l'importanza del riposo nei ragazzi, ma questa è una variabile importantissima. Più sonno e meno stress: sono 'rimedi' utilissimi per il benessere dei giovanissimi in questi giorni" .

4 maggio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us