Salute

Salute: contro osteoporosi nessun aiuto da latte e formaggio

Studio svedese su 61mila donne e 45mila uomini, meglio i prodotti lattiero-caseari

Roma, 28 ott. (AdnKronos Salute) - (Embargo ore 00.30 di domani) Una brutta notizia per chi non riesce a far a meno del latte e pensa che berlo possa essere uno scudo contro lo sviluppo dell'osteoporosi, una condizione di fragilità delle ossa che aumenta il pericolo di fratture: un elevato consumo non è accompagnato da un minor rischio 'crack', come si pensava, mentre può essere associato a un più alto tasso di decessi. Ad affermarlo è lo studio dell'Uppsala University (Svezia) pubblicato su 'Bmj'. La spiegazione è negli elevati livelli di lattosio e di galattosio (due tipologie di zuccheri) presenti nel latte che, come verificato in alcune sperimentazioni sugli animali, aumentano lo stress ossidativo e l'infiammazione cronica.

A prendersi la rivincita nello studio, che boccia il latte come alimento che può prevenire l'osteoporosi, sono invece i derivati lattiero-caseari. Questi - secondo la ricerca - sono promossi nell'attività di riduzione del rischio di fratture conseguenza proprio dell'osteoporosi. Il team di ricerca svedese ha esaminato due gruppi di 61.433 donne (di età compresa tra i 39 e i 74 anni tra il 1987 e il 1990) e 45.339 uomini (tra i 45 e i 79 anni nel 1997): i partecipanti hanno risposto ad alcuni questionari sul consumo di 96 comuni alimenti come il latte, lo yogurt e il formaggio. In seguito sono stati raccolti i dati sul peso e l'altezza.

Le donne sono state monitorate in media per 20 anni, durante i quali si sono registrati 15.541 decessi e 17.252 fratture, di cui 4.259 all'anca. Ebbene, in quelle che consumavano molto latte non è stata osservata alcuna riduzione del rischio di 'crack' alle ossa. Mente chi beveva più di tre bicchieri di latte al giorno (in media 680 ml) ha avuto un rischio di decesso più elevato rispetto alle donne che ne consumavano meno di un bicchiere di latte al giorno (in media 60 ml).

Gli uomini sono stati monitorati per una media di 11 anni, durante i quali ci sono stati 10.112 decessi e 5.066 fratture, con 1.166 casi di 'crack' all'anca. Secondo la ricerca, gli uomini golosi di latte hanno fatto registrare un rischio maggiore di morte, anche se questo è stato meno pronunciato rispetto alle donne.

"I nostri risultati mettono in dubbio la validità delle raccomandazioni che indicano di consumare elevate quantità di latte per prevenire le fratture da fragilità ossea - scrivono i ricercatori - I dati dovrebbero, tuttavia, essere interpretati con cautela, dato il disegno osservazionale del nostro studio. Sono inoltre necessari - concludono - ulteriori approfondimenti prima di poter usare le conclusione come raccomandazioni dietetiche per chi è a rischio osteoporosi".

28 ottobre 2014 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us