Salute

Salute: con capricci meteo 2 mln allergici peggiorano, colpa 'boom' pollini

L'aumento di mezzo grado della temperatura fa esplodere la quantità di allergeni nell'aria

Roma, 16 apr. (AdnKronos Salute) - I capricci del meteo, con temperature che si alzano e si abbassano nel giro di poche ore o repentini temporali, aumentano il numero delle crisi asmatiche, degli attacchi allergici, della congiuntivite e della dermatite atopica. L'aumento di mezzo grado della temperatura fa aumentare da 10 a 100 volte la quantità dei pollini nell'aria, questo fa esplodere i problemi delle persone allergiche durante la primavera. Un problema che riguarda 2 mln di italiani i quali, proprio a causa dell'instabilità del meteo, possono improvvisamente peggiorare il loro stato di salute. E' l'allarme lanciato dagli esperti riuniti a Bologna fino al 18 aprile per il 28esimo congresso nazionale della Società Italiana Allergologia, Asma ed Immunologia Clinica (Siaaic).

La maggior parte delle sostanze che scatenano le allergie più comuni, come la rinite e l'asma - sottolineano gli esperti - sono molto sensibili ai cambi climatici. Basti pensare a chi soffre di allergie respiratorie nel periodo primaverile: i pollini infatti sono prodotti dalle piante in primavera e non in inverno quando la temperatura è più bassa.

"In Italia non ci sono stime precise – spiega Vincenzo Patella, coordinatore nazionale 'Task Force Siaaic cambiamenti climatici e ambientali' - ma se consideriamo che circa il 20% della popolazione in Italia soffre di allergie ed una buona parte dei soggetti allergici con asma prima di un temporale aumentano il numero delle crisi asmatiche, parliamo quindi anche di più di due milioni di persone che a causa dei capricci del tempo possono improvvisamente peggiorare il loro stato di salute".

Nel caso degli acari (Dermatophagoides pteronyssynus), la maggiore causa di allergia in Italia, le condizioni ottimali dove proliferano sono 25 gradi centigradi con un'umidità relativa tra 70-80%, ma diventano abbondanti già quando l’umidità relativa interna supera il 65% per alcune settimane e la temperatura supera i 22 gradi centigradi.

"Oggi, a fronte di dati confortanti sulla possibilità di ridurre il maggior inquinante atmosferico prodotto dall'uomo che è rappresentato dalla anidride carbonica, uno dei pericoli in futuro più preoccupante è l'inquinamento indoor – osserva Patella - Molte persone, soprattutto in età lavorativa, trascorrono tantissime ore in luoghi chiusi: ciò le espone ai danni ambientali dell'aria forzata, con numerosi inquinanti, in primo luogo il fumo passivo e il clima caldo-umido delle abitazioni, delle scuole e dei luoghi di lavoro (favorente la crescita degli acari e di funghi nell'aria forzata). Questo scenario - conclude l'esperto - sicuramente contribuirà all’aumento della incidenza e della prevalenza di patologie respiratorie croniche, come l’asma, e all’incremento della loro evoluzione verso forme persistenti, gravi ed invalidanti".

16 aprile 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us