Salute

Salute: arriva il videogame che insegna a salvare la vita

Rianimazione cardiopolmonare a portata di Kinect

Pisa, 15 ott. - (AdnKronos Salute) - Una storia cominciata da una passione comune per la tecnologia che ha unito competenze diverse per arrivare a un risultato unico: Relive, il videogame che insegna a salvare la vita. Dopo un percorso di due anni, da oggi alle ore 17.00 sarà disponibile online gratuitamente su Steam http://store.steampowered.com/app/404580/.

Relive è il frutto di un lavoro di squadra tra medici anestesisti rianimatori, ingegneri esperti di realtà virtuale e sviluppatori di videogiochi. Questo progetto è stato realizzato da Irc (Italian Resuscitation Council), in collaborazione con il Laboratorio di Robotica percettiva Percro dell’Istituto di Tecnologie della Comunicazione, dell’Informazione e della Percezione della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, con gli sviluppatori di giochi di Studio Evil di Bologna.

Il progetto è stato lanciato nella precedente edizione di "Viva!", ma il percorso è iniziato nel 2013 quando il gruppo si era aggiudicato il primo premio del “Future of Health Award” a Utrecht, ottenendo un finanziamento di 200mila euro per sviluppare un “serious game” che, dopo il lancio in demo nel 2014, diventa da oggi una realtà che consentirà a tutti gli appassionati di addentrarsi nei fantastici mondi proposti dal videogame.

Relive non è soltanto un gioco sulla rianimazione cardiopolmonare, ma soprattutto un adventure game, il cui scopo principale è sensibilizzare su questo argomento e incoraggiare le persone, in particolare gli adolescenti e i giovani adulti, a essere pronti a interventi in caso di necessità, che possono letteralmente salvare la vita.

Nonostante la complessità dell’argomento, l’obiettivo è stato quello di sviluppare un gioco divertente e interessante, un’opera fantascientifica dove i giocatori possono apprezzare l’intera esperienza ludica mentre il concetto di rianimazione cardio polmonare viene appreso durante il gioco. Per procedere nella storia e completare Relive, sarà necessario imparare le basi della Rcp, in maniera interessante e non invasiva.

“Relive è uno degli strumenti, previsti nell’ambito di Viva! e della campagna ‘Kids Save Lives’ – afferma Federico Semeraro anestesista rianimatore del direttivo Italian Resuscitation Council - per sensibilizzare la popolazione, in particolare i più giovani, sull’importanza di imparare la rianimazione cardiopolmonare. L’idea di un videogame nasce dalla volontà di insegnare, divertendo, le semplici manovre da utilizzare in caso di arresto cardiaco. Il videogame è già stato testato in anteprima da un campione di studenti di due scuole superiori italiane, tra Bologna e Pisa, che hanno partecipato ad uno studio scientifico per valutarne la sua efficacia come strumento educativo”.

“Un aspetto originale del gioco sviluppato è stato l’utilizzo di un sensore Kinect - afferma Claudio Loconsole, di Post-Doc.

Eng al Laboratorio di Robotica Percettiva Percro dell’Istituto Tecip della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa - che consente di rilevare in tempo reale la posizione delle mani del giocatore”. “Così possiamo correggere il giocatore e fornirgli un feedback in tempo reale – sottolinea Antonio Frisoli, docente di ingegneria, sempre del Sant’Anna - sulla qualità del massaggio cardiaco eseguito mentre si cerca di rianimare un avatar nell’avamposto umano su Marte in cui è ambientato il gioco”.

“Relive rappresenta un mix di ambienti, tecnologie, concetti e sistemi - afferma Luca Marchetti, Ceo di Studio Evil - che non si trova di solito nei videogiochi. Il gioco ha finalità divulgative e, per funzionare, i giocatori lo devono trovare divertente e interessante. Quindi doveva essere un prodotto di intrattenimento. Per le finalità scientifiche e umane, ovvero comunicare che è possibile intervenire e salvare vite, in caso di arresto cardiaco, molti dei presupposti che rendono divertenti per il pubblico un videogioco vengono a mancare. In Relive quindi mancano del tutto elementi di violenza, che sono rimpiazzati dal loro opposto, ovvero dall'imparare e praticare delle tecniche salvavita. Si tratta anche di un prodotto dall'elevato contenuto scientifico".

"Il lavoro è stato fatto a strettissimo contatto con professionisti della rianimazione cardiopolmonare, coordinati da Italian Resuscitation Council, che hanno anche verificato sul campo, con test e studi scientifici, l'attendibilità del sistema. Il tutto condito da un'elevata dose di tecnologia ideata e sviluppata dal Laboratorio di Robotica percettiva Percro del Sant’Anna di Pisa, affinché la tecnologia di ‘tracking’ alla base fosse precisa e affidabile - conclude Marchetti - A noi è poi toccato rendere divertente e accattivante il tutto. Quindi, perché non un'avventura in una base su Marte? In fondo un arresto cardiaco potrebbe capitare anche lì”.

15 ottobre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Gli eccessi della Rivoluzione francese raccontati attraverso la tragedia delle sue vittime più illustri, Luigi XVI e Maria Antonietta. La cattura, la prigionia, i processi e l’esecuzione della coppia reale sotto la lama del più famoso boia di Parigi. E ancora: come si studiava, e si insegnava, nelle scuole del Cinquecento; l’ipotesi di delitto politico dietro la morte di Pablo Neruda, pochi giorni dopo il golpe di Pinochet; l’aeroporto di Tempelhof, a Berlino, quando era palcoscenico della propaganda nazista.

ABBONATI A 29,90€

Perché il denaro ci piace tanto? Gli studi spiegano che accende il nostro cervello proprio come farebbe gustare un pasticcino o innamorarsi. E ancora: la terapia genica che punta a guarire cardiopatie congenite o ereditarie; come i vigili del fuoco affinano le loro tecniche per combatte gli incendi; i trucchi della scienza per concentrarsi e studiare meglio; si studiano i neutrini nel ghiaccio per capire meglio la nostra galassia.

ABBONATI A 31,90€
Follow us