Salute

Salute: a 12 anni 43% ragazzini ha le carie, igiene orale s'impara a scuola

Documento del ministero Salute elaborato da 'task force' docenti, odontoiatri e società scientifiche

Roma, 30 gen. (AdnKronos Salute) - Le carie mettono a rischio il sorriso dei più giovani. In Italia la malattia cariosa, a 4 anni di età, colpisce già il 21,6% degli bimbi. A 12 anni il 43,1% dei ragazzini ha le carie, problema per l’88,2% dei 'fratelli maggiori' tra i 19 e i 25 anni. Dunque la scuola deve essere in prima linea nel lavoro di prevenzione e informazioni si questi temi ai più giovani. Nasce da queste premesse il documento 'Indicazioni per la promozione della salute orale nelle scuole secondarie', elaborato dagli esperti del Gruppo tecnico in materia di odontoiatria del ministero della Salute.

Un testo che intende fornire una serie di indicazioni basate sulle migliori evidenze scientifiche a supporto dei docenti che vogliono affrontare con gli studenti delle scuole superiori il tema della prevenzione delle principali patologie del cavo orale. "Abbiamo puntato sui licei perché è l'età in cui si esce dalle cure del pediatra e le famiglie hanno maggior difficoltà a seguire i ragazzi - spiega all'Adnkronos Salute Antonella Polimeni, coordinatrice del gruppo di esperti e ordinario di odontoiatria pediatrica all'Università Sapienza di Roma - Il documento vuole essere una traccia per gli insegnanti, su cui costruire una lezione trasversale di educazione alla salute".

Secondo il documento "una diminuita assunzione di zuccheri ed una alimentazione equilibrata aiutano a prevenire la carie e la prematura perdita dei denti. Smettere di fumare - evidenzia il rapporto - e ridurre il consumo di alcol diminuiscono il rischio di cancro orale, di malattia parodontale, la perdita dei denti. Il consumo di frutta e verdura ha un’azione protettiva contro il cancro orale".

Inoltre - sottolinea il rapporto 'Indicazioni per la promozione della salute orale nelle scuole secondarie' - anche l’utilizzo di fluoro, specie per via topica, aiuta a prevenire la carie nei bambini e negli adulti. Utilizzando queste strategie di prevenzione, l'elevato costo delle cure dentali può essere evitato e il peso delle malattie orali ridotto. La corretta prevenzione primaria e secondaria delle patologie di maggiore rilevanza sociale (malattia cariosa e malattia parodontale), consente di evitare l’insorgere dei quadri clinici più gravi, ad esempio l’edentulismo, che comportano invalidanti menomazioni psico-fisiche e impegno di cospicue risorse finanziarie per la terapia e la riabilitazione.

Non solo. Anche la diffusione del piercing tra i giovani preoccupa gli specialisti. "Ci sono rischi legati alla procedura, ad esempio il sanguinamento prolungato e il gonfiore dei tessuti e la perdita totale o parziale della sensibilità gustativa della lingua.

Da non sottovalutare i rischi legati al 'gioiello' usato: reazioni allergiche ai materiali usati, recessioni gengivali che possono essere causate anche dal continuo trauma subito dalla gengiva. Oltre a fratture dentali che possono essere causate dai continui traumi provocati dal piercing sui denti".

30 gennaio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us