Salute

Salute: 15 mila italiani 'sorvegliati' a vita per studiare fegato grasso

Da ottobre grazie a Fondazione italiana ricerca epatologia - Proposta, appalto salute pubblica per super antiepatite C

Roma, 19 feb. (AdnKronos Salute) - Studiare a vita 15 mila persone, per capire e valutare le diverse sfaccettature delle patologie multisistemiche che causano il fegato grasso: una malattia che colpisce il 25% degli italiani ed è spesso la spia di una cattiva alimentazione da non sottovalutare. E' il progetto lanciato dalla Fondazione italiana di ricerca in epatologia insieme all'Associazione italiana per lo studio del fegato (Aisf), in occasione del 48esimo congresso annuale dell'Aisf in programma oggi e domani a Roma. "Lo studio di coorte a vita su 15 mila persone partirà a ottobre e ha come obiettivo l'analisi sistemica dell'evoluzione della patologia nel tempo - spiega all'Adnkronos Salute Ferruccio Bonino, presidente della Fondazione italiana di ricerca in epatologia - Oggi è possibile ridurre il fegato grasso con un intervento personalizzato, che deve però coinvolgere i medici e i pazienti: sentinelle della prevenzione".

Lo studio, compreso il reclutamento dei pazienti, partirà a ottobre con la presentazione a Modena durante un convegno dell'Aisf. "Stiamo cercando i fondi per la ricerca attraverso una campagna di fundraising che promuoveremo in questi mesi. Ci sono 40 esperti a livello nazionale dell'Aisf che si occuperanno dell'aspetto scientifico. Come già accaduto con il cuore - osserva lo specialista - gli studi di coorte insegnano molto sulle patologie che aggrediscono un organo, ma serve studiare nel tempo un gruppo di persone per avere una fotografia ampia e accurata. Ed è quello che faremo con il fegato grasso".

Il progetto non si ferma qui. Per l'epatologia si è aperta una vera e propria rivoluzione nella lotta all'epatite C, grazie a nuovi farmaci che ora possono battere la malattia. "Stiamo vivendo una rivoluzione culturale unica nel mondo della medicina: per la prima volta possiamo guarire un malato cronico. Ma occorre cambiare il modello di terapia classica con un nuovo paradigma", avverte Bonino. "Dobbiamo trattare tutti - aggiunge - e per farlo occorre reperire i fondi non dalla 'borsa del farmaco', come si sta facendo oggi, ma con nuovi strumenti. Serve un appalto di salute pubblica simile a quelli per le gradi opere pubbliche con un leasing trentennale. Così avremmo la possibilità di curare tutti senza intaccare le casse del Servizio sanitario nazionale".

Il lavoro dell'Aisf procede anche sul versante della comunicazione. "L'obiettivo - precisa Bonino - è di formare e informare i medici e i pazienti sulle possibilità, oggi finalmente alla portata di tutti, di personalizzare l'intervento e verificare poi se il fegato grasso aumenta o diminuisce. Si può avere lo specchio sull'efficacia della terapia con i farmaci, con il cambio degli stili di vita, con più sport e un'alimentazione diversificata.

In questo modo il medico e il paziente, come delle sentinelle, controllano i passi avanti e valutano gli interventi da fare o modificare. Sul versante dell'epatite C, invece - avverte il docente di gastroenterologia dell'Università di Pisa - dobbiamo rendere consapevole il cittadino che da questa malattia oggi si può guarire".

Infine, un passaggio sul futuro dell'epatologia e il sogno di creare il fegato artificiale: "E' un organo troppo complesso e non se ne può fare a meno. Sarà difficile arrivare a realizzare un fegato artificiale, mentre si potrà ricostruirlo dalle staminali multipotenti - conclude Bonino - Quest'ultima è prospettiva, ma non così vicina".

19 febbraio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us