Salute

Salute: 1 italiano su 12 con diabete, problemi per chi lavora o va scuola

Bonora (Sid), manca ancora consapevolezza gravità

Roma, 11 nov. (AdnKronos Salute) - Sono 3,7 mln gli italiani con una diagnosi di diabete e oltre 1 mln quelli che non sanno di averlo. In totale quindi la malattia metabolica colpisce 5 mln di connazionali: 1 su 12. "Non c'e' ancora nel Paese una piena consapevolezza della gravita' del diabete: l'eta' media del malato e' di 67 anni, ma 1 su 4 e ancora in eta' lavorativa o va a scuola. E per queste persone ci sono ancora grossi problemi di gestione della patologia". Ad affermarlo all'Adnkronos Salute e' Enzo Bonora, presidente della Societa' italiana di diabetologia (Sid), tra i relatori al Senato del convegno 'Healthy Living and Diabetes' promosso dall'Osservatorio Sanita' e Salute. Il 14 novembre si celebra infatti la Giornata mondiale del diabete.

"Spesso nelle scuole i ragazzi diabetici hanno ancora difficoltà quando si tratta di fare la terapia insulinica - aggiunge Bonora - Stesso problema deve affrontare il paziente che lavora. Ogni diabetico nella sua vita dovrà prendere decisioni o penserà alla malattia dalle 100 alle 500 mila volte". L'eta' della diagnosi e' tra i 50 e i 55 anni e "oggi l'aspettativa di vita e' molto alta anche grazie alle terapie che negli anni sono state messe a disposizione dei pazienti", sottolinea l'endocrinologo.

Alla fine del 2012 e' stato varato il Piano nazionale diabete, "che sarebbe operativo - avverte Bonora - ma la sua applicazione e' ancora a 'macchia di leopardo'. La gestione integrata, alla base del modello italiano, con al centro il paziente, non e' ancora definitiva su tutto il territorio". Secondo Cesare Cursi, presidente dell'Osservatorio Sanita' e Salute, "diagnosi tempestiva e terapie di qualità riducono le complicanze, uno degli strumenti per battere il diabete e' la prevenzione e per farlo - chiosa Cursi - non si possono tagliare i fondi al Ssn come alcuni vorrebbero fare".

11 novembre 2014 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us