Salute

Il ritorno (annunciato) del morbillo: oltre il 30% dei casi in più nel 2017

Le campagne di disinformazione sui vaccini iniziano a mietere i primi frutti: la malattia sta riconquistando terreno in aree geografiche da cui era quasi sparita (come l'Europa).

Era solo questione di tempo, e ora ne abbiamo conferma: il morbillo è di nuovo una malattia epidemica globale, con una percentuale di contagi salita di oltre il 30% nel 2017. Lo rivela un nuovo rapporto dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) americani, che di fatto conferma quello che gli epidemiologi andavano annunciando da tempo: se è vero che sono sufficienti due dosi di vaccino per essere protetti a vita dall'infezione, che può avere complicazioni gravi, occorre però che almeno il 95% della popolazione sia vaccinata, per garantire che tutti - anche chi non può immunizzarsi perché troppo giovane, o immunodepresso - risulti protetto.

Sotto soglia. Questo 95% deve essere uniforme: l'immunità di gregge non funziona se in alcune zone si ha una copertura totale e in altre del 90%. In ogni caso, negli ultimi 10 anni abbiamo faticato a raggiungere l'85% di copertura con la prima dose del vaccino, mentre con la seconda siamo arrivati ad appena il 67%. Nel 2017, quasi 21 milioni di bambini non ha ricevuto la prima dose di vaccino, e ora le Americhe, la regione del Mediterraneo orientale e l'Europa stanno assistendo ai tassi più drammatici di ritorno dell'infezione: in alcune aree del Vecchio Continente si fatica a raggiungere il 70% di vaccinati.

ritorno al passato? Con buona pace di chi liquida il morbillo come un semplice sfogo esantematico, prima del 1963, quando il vaccino per questa malattia non esisteva, il virus si presentava a ondate cicliche, e nei periodi di massima diffusione arrivava a causare 2,6 milioni di morti all'anno. L'impatto delle campagne vaccinali è stato uno dei maggiori successi nella salute pubblica: dal 2000 al 2017, il numero di casi globali è sceso dell'83%, e le vite salvate sono state 21,1 milioni in tutto il mondo. Al contrario, le falle nella copertura vaccinale dovute alle fake news e a finanziamenti insufficienti hanno contribuito a 110 mila decessi, che si sarebbero potuti evitare.

6 dicembre 2018 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us