Risonanza magnetica cardiaca: una tecnologia per immagini dinamiche e in 3D

Un nuovo metodo applicato alla risonanza magnetica permette di ottenere immagini dinamiche e in 3D del cuore.

viosworks_1
Immagine ottenuta con ViosWorks: vedi sotto altre immagini, video e animazioni.|GE Healthcare / Arterys

Un nuovo metodo di acquisizione ed elaborazione delle immagini di risonanza magnetica del cuore permette di ottenere immagini dinamiche in 3D dell'anatomia, della funzione e del flusso cardiaco a respiro libero in soli 8 minuti. Con questo metodo, chiamato ViosWorks, si completa un esame tra i 10 e i 20 minuti (rispetto ai 60-90 minuti dei sistemi tradizionali) e senza apnee respiratorie (necessarie con i sistemi tradizionali per non compromettere le immagini con i movimenti della respirazione).

 

 

Da un punto di vista tecnico, il risultato è definito in 7 dimensioni: tre spaziali (l'immagine tridimensionale), una temporale (lineare, la durata dell'esame) e tre "in direzione della velocità" (il flusso sanguigno del cuore in movimento). Questo tipo di indagine può aiutare il personale medico a distinguere il tessuto cicatrizzato o danneggiato da quello sano, mostrando la contrazione dei ventricoli e consentendo di esaminare il percorso corretto del flusso sanguigno del cuore e del suo distretto vascolare.

 

La tecnologia è stata sviluppata dalla collaborazione tra GE Healthcare, divisione medicale di General Electric, e Arterys, società specializzata nell'imaging medico intelligente su cloud.

 


Vedi anche

 

31 Maggio 2016 | Focus.it