Salute

Ricerca: studio Usa, omosessualità maschile 'scritta' nei geni

Roma, 21 nov. (AdnKronos Salute) - L'omosessualità non sarebbe una scelta, ma qualcosa di 'scritto' nei nostri geni, secondo un nuovo studio scientifico eseguito da esperti del Northshore Research Institute negli Stati Uniti su 409 coppie di fratelli gay: la ricerca ha rilevato chiari legami tra orientamento sessuale maschile e alcune specifiche regioni del genoma umano. Lo studio è tre volte più esteso di qualsiasi altro lavoro portato avanti sul tema in precedenza e prende in considerazione due regioni genetiche che erano già state legate all'omosessualità maschile in altri lavori: Xq28, individuato nel 1993, e 8q12, scoperto nel 2005.

Alan Sanders e il suo team hanno raccolti sangue e saliva dalle 409 coppie di fratelli gay, analizzando così il loro codice genetico, alla ricerca di somiglianze nei marcatori noti come polimorfismi a singolo nucleotide. E anche se Xq28 e 8q12 sono le due regioni che sono state più frequentemente identificate come sede di marcatori genetici comuni tra i uomini gay, ne hanno evidenziati altri tre. Parlando al 'New Scientist', il neuroscienziato Simon LeVay ha commentato: "Questo studio pone un altro chiodo sulla bara della teoria che l'omosessualità sia una scelta. Certo, possiamo scegliere di essere noi stessi o meno per conformarci all'idea di qualcun altro di normalità, ma essere etero, bisex o gay, o nessuno di questi, è una parte centrale di ciò che siamo, grazie anche al nostro Dna". Gli scienziati precisano però di non avere la pretesa di aver identificato un 'gene dell'omosessualità' maschile e ricordano come l'orientamento sessuale sia influenzato anche da altri fattori, oltre che genetici anche ambientali.

21 novembre 2014 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us