Salute

Ricerca: scoperto nuovo interruttore nel cervello, chiave anti-jet lag

Roma, 2 feb. (AdnKronos Salute) - Scoperto nel cervello un nuovo 'interruttore' del ritmo circadiano che potrebbe portare a trattamenti per disturbi come la depressione stagionale, il jet-lag e gli effetti negativi sulla salute del lavoro notturno. La novità è riportata sulla rivista 'Nature Neuroscience'. "Abbiamo rilevato su modello animale che è possibile cambiare i ritmi sonno/veglia, stimolando artificialmente con un laser e una fibra ottica i neuroni dell'orologio biologico principale, che si trova in una zona del cervello chiamata nucleo soprachiasmatico", assicura Douglas McMahon della Vanderbilt University, che ha diretto lo studio.

Il lavoro è stato condotto sui topi: i neuroscienziati hanno scoperto che possiedono un orologio biologico quasi identico a quello degli esseri umani, con l'eccezione che il loro è maggiormente 'sintonizzato' sulla vita notturna. E' stata utilizzata una nuova tecnica chiamata optogenetica per manipolare il tasso di 'scarica' dei neuroni del sistema nervoso centrale.

Il sistema è in grado di inserire geni che esprimono proteine otticamente sensibili nelle cellule bersaglio per renderle responsive nei confronti della luce. "Questo ha messo i neuroni-orologio sotto il nostro controllo, per la prima volta", ha spiegato il dottorando Jeff Jones, che ha partecipato alla ricerca. "Naturalmente, non è ancora possibile applicare questo approccio sull'uomo. Ma si stanno facendo progressi verso l'impiego dell'optogenetica come terapia" per vari disturbi.

2 febbraio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us