Salute

Scoperto uno dei segreti dell'empatia, ridurre lo stress funziona

Testato un farmaco e un videogioco, entrambi efficaci

Come è possibile mostrare a volte una grande empatia, mentre in altri casi la nostra capacità di provare compassione o di metterci nei panni altrui sembra scarseggiare? A svelare il segreto dell'empatia è uno studio pubblicato su Current Biology: secondo la ricerca lo stress gioca un ruolo importante.

Lo studio dimostra infatti che un farmaco specifico, che blocca gli ormoni dello stress, aumenta la capacità degli studenti di college - e anche dei topolini di laboratorio - di "sentire" il dolore di uno sconosciuto. Questo fenomeno, noto come "contagio emotivo del dolore", è una forma di empatia.

Videogames come farmaci. Non solo, sembra anche che fare insieme una partita al videogioco Rock Band funzioni bene quanto il farmaco nell'accendere empatia tra gli studenti. «Abbiamo scoperto quello che in un certo senso potrebbe essere considerato come il "segreto" di empatia, cioè cosa impedisce che questa si verifichi più spesso tra perfetti estranei», assicura Jeffrey Mogil della McGill University di Montreal. «Il segreto è molto semplicemente lo stress, e in particolare lo stress sociale legato al fatto di essere molto vicini a uno sconosciuto».

Studi precedenti avevano dimostrato che topi ed esseri umani mostravano empatia per il dolore altrui, soprattutto se a soffrire è qualcuno che conoscono. Per verificare se ci fosse un collegamento diretto tra lo stress e l'empatia, Mogil ei suoi colleghi hanno trattato dei roditori maschi con un medicinale che blocca l'ormone dello stress (metirapone), analizzando poi la loro risposta al dolore di altri topi.

Lo stress blocca l'empatia. Il farmaco ha permesso una maggiore empatia, tanto che gli animali si sono comportati con gli estranei come avrebbero fatto con quelli familiari. In altri test, i ricercatori hanno poi scoperto che quando hanno messo i topi sotto stress, questi hanno mostrato meno empatia. In altre parole agire su questo interruttore blocca il meccanismo di "contagio emotivo". I ricercatori hanno continuato verificando eventuali segni di empatia in studenti universitari che assistevano a una piccola tortura (una mano infilata in acqua ghiacciata) subita da estranei o amici.

Niente pillole per diventare empatici. Ancora una volta, i ragazzi che avevano preso il farmaco hanno mostrato un maggiore senso di empatia verso gli sconosciuti rispetto agli altri. Questo però, avverte Mogil, non si traduce nel consiglio di prendere una pillola per diventare più empatici. C'è infatti un modo più semplice: basta una semplice interazione psicosociale: giocare con il videogame Rock Band ha funzionato proprio come la sostanza chimica anti-stress.

«È abbastanza interessante vedere che questo fenomeno sembra identico nei topi e nell'uomo», conclude Mogil.

16 gennaio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us