Salute

Ricerca: scoperta nel cervello proteina che attiva lo stimolo della sete

Roma, 4 nov. (AdnKronos Salute) - Scoperta nel cervello una proteina che attiva lo stimolo della sete. Un gruppo di scienziati americani della McGill University e della Duke University ha individuato la struttura di una proteina chiave all'interno del cervello umano, che si occupa di idratazione del corpo e che allo stesso tempo controlla anche la sua temperatura. I risultati, descritti su 'Cell Reports', potrebbero avere importanti risvolti clinici: questa proteina rappresenta un obiettivo per lo sviluppo di trattamenti e test diagnostici per molti problemi di salute, connessi proprio con lo squilibrio di fluidi corporei.

"Abbiamo trovato quella che pensiamo sia la prima proteina che potrebbe permettere al cervello di monitorare la temperatura fisiologica - ha detto Charles Bourque, ricercatore della McGill University, come riporta 'In a Bottle' (www.inabottle.it) illustrando la ricerca - ed è importante perché questa proteina contribuisce a farci capire come il cervello rileva il calore e attiva lo stimolo della sete". La proteina regola un flusso di ioni attraverso la membrana cellulare, che svolgono un ruolo cruciale nel bilanciare fluidi corporei. Alti livelli di sodio possono provocare la ritenzione dei liquidi, con una serie di problematiche per la salute. Ebbene, la proteina può aiutare a prevenire questo tipo di problemi.

La scoperta nasce da un lavoro precedente, svolto dal team di Bourque nel proprio laboratorio, presso il Montreal General Hospital. Alcuni studi hanno dimostrato qualche hanno fa che un gene chiamato TRPV1 svolgeva un ruolo essenziale nel rilevamento di bilanciamento dei fluidi nel corpo. Recentemente gli stessi ricercatori hanno scoperto che lo stesso gene è coinvolto nella rilevazione della temperatura corporea. Tuttavia, il tipo di proteina prodotta dal gene TRPV1 era ancora sconosciuta.

"La collaborazione con il gruppo di Bourque ha portato all'identificazione di un lungo canale ionico che si attiva durante la disidratazione - ha spiegato Wolfgang Liedtke, professore della Duke University - mettendo in funzione i neuroni nella parte del cervello chiamata ipotalamo, che indica al corpo di agire, al fine di mantenere l'equilibrio fluido".

4 novembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us