Salute

Ricerca: scienziati 'fotografano' camminata più lenta quando inviamo sms

Roma, 30 lug. (AdnKronos Salute) - Mandare messaggini o chattare mentre si va al lavoro o in palestra a piedi può influenzare in maniera significativa il modo in cui una persona cammina, risultando in un'andatura più cauta. Ancor di più quando siamo anche cognitivamente distratti da qualcos'altro, come la domanda di un passante o la lettura di un cartello stradale. A fotografare scientificamente una situazione nella quale molti di noi si trovano spesso è uno studio pubblicato sulla rivista 'Plos One' a firma di esperti della Texas A & M University e dell'Università di Bath, nel Regno Unito.

Capita non di rado di dover inviare un messaggio mentre si cammina sui marciapiedi delle nostre città, ma poca ricerca era stata fatta fino a questo momento per esaminare come varia l'andatura delle persone. Gli autori di questo studio hanno esaminato l''effetto sms' sulla camminata coinvolgendo 30 volontari fra i 18 e i 50 anni di età, che hanno completato tre percorsi a ostacoli a piedi mentre camminavano normalmente, camminavano e inviavano sms, camminavano e inviavano sms ed erano anche distratti da domande di matematica. I ricercatori hanno analizzato l'andatura dei partecipanti utilizzando un sistema di analisi del movimento a 3 dimensioni, modellato per valutare le differenze tra ogni prova.

Gli autori hanno confermato che i partecipanti hanno avuto bisogno di molto più tempo per completare il percorso mentre 'chattavano' ed erano impegnati anche nel quiz di matematica. In particolare il risultato era che spesso si urtavano gli ostacoli, dunque diminuiva la frequenza dei passi, come anche la capacità di camminare in linea retta. Secondo gli autori dello studio, questa non è altro che una risposta naturale a possibili pericoli in agguato mentre siamo profondamente impegnati in un'attività. Ulteriori ricerche potranno essere necessarie per esaminare le conseguenze per gli anziani, a maggior rischio di inciampare.

30 luglio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us