Salute

Ricerca: non solo carne, 'super-cervello' umano merito dei carboidrati

Un team di scienziati di Chicago pubblica la teoria, gli amidi ci hanno resi più intelligenti

Roma, 7 ago. (AdnKronos Salute) - L'uomo, la creatura più intelligente del mondo. Merito dei carboidrati. Capire perché l'uomo abbia un cervello di così grandi dimensioni è una delle questioni più importanti nello studio dell'evoluzione della nostra specie. E' ormai ampiamente noto che l'aumento delle dimensioni del nostro cervello è in parte legato a cambiamenti nella dieta, negli ultimi 3 milioni di anni. Gli scienziati si sono finora molto concentrati sull'importanza dell'aumento del consumo di carne e sullo sviluppo della cucina.

Eppure, in un nuovo studio pubblicato su 'The Quarterly Review of Biology', Karen Hardy e il suo team dell'università di Chicago hanno raccolto dati archeologici, antropologici, genetici, fisiologici e anatomici a sostegno di una nuova ipotesi: anche i carboidrati, in particolare dell'amido, sono stati fondamentali per la crescita della nostra 'materia grigia'.

Dato l'aumento globale dell'obesità e delle malattie metaboliche legate all'alimentazione, negli ultimi anni l'interesse nei confronti della dieta ancestrale o 'paleolitica' si è intensificato. Finora, però, l'attenzione è stata rivolta al ruolo delle proteine ​​animali e sui vari metodi di cottura. L'importanza dei carboidrati, in particolare sotto forma di alimenti vegetali ricchi di amido, è stata in gran parte trascurata. La squadra di Hardy evidenzia le seguenti osservazioni per costruire la propria ipotesi: i carboidrati sono stati essenziali per l'evoluzione dei moderni esseri umani.

La prima: il cervello umano utilizza fino al 25% del bilancio energetico totale del corpo e fino al 60% del glucosio nel sangue. Certo, è possibile sintetizzare glucosio da altre fonti, ma non è il modo più efficiente, per cui è improbabile che il fabbisogno di questa sostanza sia stato raggiunto attraverso una dieta a basso contenuto di carboidrati.

Ancora: gravidanza e allattamento richiedono un fabbisogno maggiore di glucosio, altrimenti viene compromessa la salute sia della madre che del bambino. Non consumare carboidrati avrebbe dunque ostacolato la sopravvivenza della specie. Terza teoria: gli amidi erano prontamente disponibili per le popolazioni ancestrali sotto forma di tuberi, così come in semi e in alcuni frutti; se in un primo momento potevano essere un po' 'indigesti', con la scoperta del fuoco e della cottura questi cibi persero la loro struttura cristallina e diventarono molto più digeribili.

Infine, i geni dell'amilasi salivare sono di solito presenti in molte copie (in media 6) negli esseri umani, mentre sono solo 2 negli altri primati. Questo aumenta la quantità degli enzimi prodotti e anche la capacità di digerire l'amido. Ecco perché l'uomo ha poi sviluppato un 'super-cervello' rispetto alle scimmie.

Hardy ipotizza dunque che, grazie alla diffusione della cottura e al numero superiore dei geni dell'amilasi salivare (e anche dell'amilasi pancreatica), sia aumentata la disponibilità di glucosio.

Cosa che, a sua volta, ha permesso l'accelerazione della crescita del cervello, che si è verificata a partire da circa 800.000 anni fa in poi. Quindi, concludono gli autori, mangiare carne può avere avviato questa evoluzione, ma gli alimenti amidacei cucinati ci hanno resi ancora più intelligenti.

7 agosto 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us