Salute

Ricerca: medici s'ispirano a Bob Dylan, boom citazioni in studi dal 1990

Roma, 15 dic. (AdnKronos Salute) - Altro che premi Nobel e autori classici: a ispirare i ricercatori medici negli ultimi vent'anni è sempre più spesso Bob Dylan. Le citazioni delle liriche del celebre compositore statunitense sono cresciute in modo esponenziale nella letteratura medica sin dal 1990, come rivela uno studio pubblicato sul numero di Natale di 'The Bmj'. La ricerca è stata condotta da un team del Karolinska Institutet in Svezia nel maggio 2015: gli autori sono andati a caccia di tutti i titoli delle canzoni e degli album, e gli studiosi hanno anche indagato sulla presenza di possibili modificazioni dei titoli dei pezzi più famosi.

Ebbene, 213 delle 727 referenze sono state classificate come citazioni inequivocabili di Bob Dylan e incluse in una ulteriore analisi. Secondo lo studio, il primo articolo medico che citava il menestrello di Duluth è apparso nel 1970 su 'Practical Nursing', dopodiché i ricercatori hanno trovato pochi lavori nelle riviste biomediche almeno fino al 1990. A quel punto le citazioni si sono moltiplicate, con una crescita esponenziale.

I titoli più citati dagli scienziati con il camice bianco sono The Times They Are A-Changin' e Blowin' In The Wind, ma si piazzano bene anche All Along The Watchtower e Like a Rolling Stone. Singolarmente, gli scienziati hanno trovato una particolare concentrazione di citazioni in alcune riviste scientifiche, come ad esempio 'Nature' (6 articoli). Insomma, sulla base di questa ricerca gli studiosi suggeriscono che la professione medica mostra un certo rispetto per Bob Dylan, con un effetto sempre più potente nel corso degli ultimi decenni.

15 dicembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us