Salute

Ricerca: l'ormone dello sport esiste, nuovo protocollo per dosarlo

Si chiama irisina, scoperta nel 2012 era stata archiviata come 'falso mito'

Milano, 14 ago. (AdnKronos Salute) - - L'ormone dello sport esiste davvero. Si chiama irisina, è collegato ai benefici dell'esercizio fisico sul metabolismo e il sistema cardiovascolare, e viene prodotto dai muscoli quando facciamo movimento. La sostanza era stata scoperta nel 2012 nei topi, ma dopo gli entusiasmi iniziali era stata archiviata come 'falso mito' perché le analisi utilizzate per misurarla nell'uomo fallivano sistematicamente. Ora un gruppo di scienziati di Harvard, in uno studio pubblicato su 'Cell Press', ha verificato che l'irisina c'è davvero e ha redatto un protocollo - ancora da perfezionare, precisano gli stessi ricercatori - che permette di dosarlo nel sangue.

Bruce Spiegelman del Dana-Farber Cancer Institute e della Harvard Medical School, autore senior della ricerca Usa, chiarisce le ragioni che hanno fatto dubitare dell'esistenza dell'irisina nell'uomo. Nelle analisi di spettroscopia di massa, la tecnica d'indagine usata per misurarla, veniva cercata una sequenza sbagliata: il detector era tarato per individuare, come 'spia' di avvio del processo di traduzione che porta dal gene alla proteina, il segnale Atg. Nell'uomo, invece, il segnale giusto da cercare è il più raro Ata.

Apportando questa modifica, Spiegelman e il co-autore Steven Gygi sono riusciti a dosare l'irisina. Circola in basse quantità, nell'ordine dei nanogrammi, ma il range è paragonabile a quello di altri importanti ormoni come l'insulina.

14 agosto 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us