Salute

Ricerca: l'esperimento, Dna sopravvive a viaggio nello spazio

Il codice della vita va in orbita e torna intatto, ancora in grado di trasferire informazioni genetiche

Roma, 27 nov. (AdnKronos Salute) - - Applicate al guscio esterno di un razzo, piccole molecole di Dna hanno volato dalla Terra allo spazio e viceversa. E dopo il viaggio in orbita, il rientro nell'atmosfera e l'atterraggio sulla Terra, i filamenti a doppia elica, detti plasmidi, sono sopravvissuti alla missione. E non è stata l'unica sorpresa di questo singolare esperimento: per la maggior parte, il Dna recuperato era ancora in grado di trasferire le informazioni genetiche. "Questo studio fornisce la prova sperimentale che le informazioni genetiche del Dna sono essenzialmente in grado di sopravvivere alle condizioni estreme dello spazio e del rientro nella densa atmosfera terrestre", assicura il capo della ricerca, Oliver Ullrich dell'Istituto di Anatomia dell'università di Zurigo.

Lo studio, battezzato 'Dare' (Dna atmospheric re-entry experiment), è il risultato di un'idea di Ullrich e della collega Cora Thiel, che stavano conducendo esperimenti sulla missione TexUS-49 per approfondire il ruolo della gravità nella regolazione dell'espressione genica nelle cellule umane, utilizzando un hardware telecomandato all'interno del carico di un razzo. "Siamo rimasti davvero sorpresi di trovare così tanto Dna intatto e funzionalmente attivo", dicono gli studiosi. Il loro lavoro non solo rivela che le informazioni genetiche possono essenzialmente resistere alle condizioni più estreme, ma che probabilmente durante le missioni spaziali gli astronauti portano Dna terrestre su altri pianeti. Un punto di partenza per la ricerca sulla vita extraterrestre.

27 novembre 2014 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us