Salute

Ricerca: governare costa anni di vita, leader muoiono prima di non eletti

Hanno l'esistenza più corta di 2,4 anni e corrono il 23% di rischi mortali in più

Milano, 15 dic. (AdnKronos Salute) - Capelli bianchi e rughe dopo pochi mesi di governo, visi tesi e occhiaie profonde. E' quello che unisce chi viene eletto alla guida di un Paese: dopo qualche tempo stanchezza e stress diventano visibili. Un gruppo di ricerca americano sostiene che non si tratta solo di estetica: essere eletto significa vivere in media 2,7 anni in meno ed essere esposto al 23% in più di rischi di morire rispetto a chi arriva secondo. Lo studio è stato pubblicato sul 'Bmj' e i ricercatori hanno confrontato 279 leader di 17 Paesi e 261 candidati non eletti tra il 1722 e il 2015.

"I risultati suggeriscono che lo stress del governare può accelerare la morte in modo rilevante", osserva Anupam Jena dell'Harvard Medical School e autore principale del lavoro. "Comparando l'aspettativa di vita dei leader eletti con quella di chi ha perso, possiamo calcolare quanto costa, in termini di mortalità, servire lo Stato", aggiunge Andrew Olenski, coautore dello studio. Gli scienziati hanno calcolato il numero di anni che ciascun candidato ha vissuto dopo l'ultima elezione cui ha preso parte, comparando il risultato con l'aspettativa di vita media di un candidato perdente della stessa età all'epoca della corsa elettorale.

Gli autori hanno cercato di condurre il loro lavoro in modo da superare i limiti dei precedenti. Per gli esperti, infatti, le ricerche che in passato non hanno registrato nessun effetto significativo sulle aspettative di vita dei presidenti degli Stati Uniti probabilmente hanno considerato un campione troppo piccolo. Inoltre, ci si aspetterebbe addirittura che i leader vivano più a lungo rispetto alla popolazione generale a causa del più alto status socio-economico. Studi analoghi sono stati condotti anche per i vincitori di premi prestigiosi come gli Academy Awards e i Nobel.

15 dicembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us