Salute

Ricerca: arriva codice unico per autori lavori scientifici

Grazie a progetto 'Iride' nato da collaborazione Anvur Crui e Cineca

Roma, 5 ago. (AdnKronos Salute) - Anche i ricercatori italiani potranno d'ora in poi dotarsi del codice di identificazione internazionale Orcid (Open Researcher and Contributor Id), utile anche per la prossima Vqr (Valutazione della qualità della ricerca). Un risultato possibile grazie al progetto Iride (Italian Reserch Identifier for Evaluation), lanciato da Agenzia nazionale per la valutazione dell'università e della ricerca (Anvur), Conferenza dei rettori delle università italiane (Crui) e Consorzio interuniversitario Cineca, in occasione dell'avvio del progetto di valutazione della Qualità della ricerca Vqr 2011-2014.

Orcid risponde all'esigenza, molto sentita dalla comunità della ricerca, di collegare in modo univoco ogni ricercatore ai propri prodotti di ricerca (articoli, brevetti, citazioni, esperimenti, eccetera), indipendentemente dal settore disciplinare e dai confini nazionali. La sua adozione consentirà di evitare errori e ambiguità di attribuzione in diversi ambiti: nella paternità degli articoli pubblicati dalle riviste scientifiche, nella richiesta di finanziamenti, nella registrazione di brevetti e anche negli esercizi di valutazione nazionali e di ateneo. L'assegnazione del codice Orcid, già ampiamente utilizzato a livello internazionale, consentirà quindi di superare gli innumerevoli problemi incontrati in passato da Anvur, università, Cineca e singoli ricercatori, nell'interrogazione delle banche dati bibliometriche. Nel nostro Paese le difficoltà (omonimie, modifiche, abbreviazioni diverse per il prenome o traslitterazioni da sistemi di scrittura diversi, solo per citarne alcuni) sono acuite dalla mancata attuazione dell'Anagrafe nazionale della ricerca (in teoria introdotta per legge nel 2009) e dall'incompletezza delle basi di dati delle pubblicazioni oggi esistenti.

Al progetto, battezzato 'Iride', prenderanno parte 70 università e quattro centri di ricerca italiani. L'obiettivo è di consentire inizialmente a tutti i ricercatori del sistema accademico nazionale di poter accedere in modo semplice al registro Orcid, coinvolgendo in un secondo momento anche gli studenti del dottorato di ricerca e gli assegnisti di ricerca. L'intero processo dovrebbe chiudersi entro il 2016.

"La prossima valutazione della qualità della ricerca (Vqr 2011-2014) è un'ottima occasione per utilizzare questa buona pratica per la gestione dei prodotti della ricerca anche nel sistema accademico italiano. Ad oggi, dei 400.000 ricercatori che parteciperanno alla Vqr solo 33 mila dispongono già di un Id Orcid", ha dichiarato Stefano Fantoni, presidente Anvur. "Ci impegniamo per far sì che le operazioni standard siano completamente gratuite per chi ne usufruisce".

"Il progetto Iride costituisce un passo fondamentale per rendere la valutazione della ricerca in Italia più semplice e, nel contempo, più affidabile. Contribuirà inoltre alla costruzione di quella Anagrafe nazionale della ricerca prescritta da una legge del 2009, ha dichiarato Sergio Benedetto, membro del Consiglio direttivo Anvur, già coordinatore della Vqr 2004-2010 e coordinatore della Vqr 2011-2014 appena partita.

Su mandato di Anvur e Crui, a metà giugno Cineca ha siglato un accordo con il registro internazionale Orcid allo scopo di realizzare un risparmio economico per gli atenei e gli enti di ricerca italiani, svolgendo il ruolo di facilitatore tecnologico nell'ambito della prossima Vqr: in collaborazione con Anvur e Crui, infatti, Cineca realizzerà il software operativo per l'attuazione del progetto Iride.

"Siamo orgogliosi di continuare a supportare il sistema accademico nazionale con le nostre competenze e infrastrutture", ha commentato Emilio Ferrari, presidente Cineca. "L'implementazione di Orcid è parte delle attività che caratterizzano il ruolo di servizio del Consorzio nei confronti della comunità della ricerca".

Lo sforzo iniziale richiesto ai singoli ricercatori è minimo, e consiste nel controllo e nella verifica dei dati identificati da Cineca. Anvur, Crui e Cineca si impegnano a far sì che l'operazione comporti il minor aggravio possibile per tutti i ricercatori coinvolti.

"L'università italiana procede verso una sempre maggiore integrazione internazionale e si attrezza affinché la valutazione sia piena ed efficace. Speriamo che l'Esecutivo ne tragga spunto per il rilancio di una comunità che in questi anni ha solo dato. E non solo in termini di controllo ed efficienza", ha dichiarato Stefano Paleari, presidente della Crui.

5 agosto 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us