Focus

Coronavirus e CoViD-19: tutte le notizie Vai allo speciale

Remdesivir: ottimi i primi risultati dell’antivirale contro la CoViD-19

A Chicago speranze per una cura contro la CoViD-19 che prevede l'uso di Remdesivir. Ma gli esperti avvertono: nessun miracolo, sono necessari altri test.

Gilead
La sede della Gilead, azienda farmaceutica statunitense produttrice del farmaco Remdesivir. | Sundry Photography | Shutterstock

Secondo quanto riportato da STAT, giornale di salute e medicina di Boston (MA), uno dei primi farmaci testati per fermare l'azione del coronavirus SARS-CoV-2 (di cui abbiamo parlato qui in modo più approfondito) starebbe dando ottimi risultati su un gruppo di 125 pazienti dell'ospedale di Chicago. «La notizia migliore è che la maggior parte dei nostri pazienti è stata dimessa: abbiamo avuto solo due decessi», ha dichiarato Kathleen Mullane, esperta di malattie infettive dell'Università di Chicago.

Speranza, ma senza illusioni. La maggior parte dei pazienti ai quali è stato somministrato Remdesivir, per il quale è attualmente in corso lo studio clinico di fase 3, ha visto una rapida riduzione della febbre e dei sintomi respiratori, ed è stata dimessa in meno di una settimana.

 

Nonostante i risultati siano sicuramente promettenti, è presto per gridare al miracolo: «È difficile trarre conclusioni, perché i diversi studi clinici effettuati non sono stati confrontati con quelli di un gruppo di controllo placebo», ha specificato Mullane. Non resta quindi che aspettare ulteriori test, sperando che l'efficacia di Remdesivir venga confermata.

17 aprile 2020 | Chiara Guzzonato