Salute

Queste 7 buone abitudini allontanano lo spettro della demenza

La demenza è una malattia sempre più diffusa in tutto il mondo: uno studio dimostra che sette sane abitudini possono prevenirne l'insorgenza. Ecco quali.

Essere attivi, mangiare sano, mantenere un peso corporeo corretto, non fumare, controllare il colesterolo e la pressione sanguigna e mantenere basso il livello di glucosio nel sangue durante la mezza età: sono queste le sette buone abitudini che, secondo uno studio dell'American Academy of Neurology, abbassano i rischi di sviluppare malattie come l'Alzheimer quando si diventa anziani.

I dati parlano chiaro: oltre un milione di italiani convivono con la demenza (per circa 600.000 si tratta di Alzheimer) e, secondo le previsioni, il numero di persone nel mondo che verranno colpite da questa malattia raggiungerà i 153 milioni nel 2050, triplicando rispetto alle cifre attuali. Ecco perché è fondamentale capire se ci sono dei modi per prevenire l'insorgere della demenza.

Ma cos'è la demenza?

Secondo l'Istituto Superiore di Sanità (ISS), per demenza si intende una condizione di disfunzione cronica e progressiva delle funzioni cerebrali che porta a un declino delle facoltà cognitive della persona. Si manifesta generalmente in persone di età superiore ai 65 anni: quando insorge prima dei 65 anni di età viene definita "demenza ad esordio giovanile".

I ricercatori hanno coinvolto 13.720 donne di età media di 54 anni, e le hanno seguite per oltre 20 anni monitorandone le abitudini. Risultato: alla fine dello studio, 1.771 partecipanti (il 13%) avevano sviluppato la malattia, ma per ognuna delle sette buone abitudini adottate, il rischio di soffrire di demenza scendeva del 6%.

La conferma di altri studi. I risultati di questo studio coincidono con quelli di una decennale ricerca cinese pubblicata su the BMJ. In quel caso gli studiosi avevano riscontrato un'associazione tra alcune sane abitudini − come mangiare sano, fare esercizio fisico regolarmente, giocare a carte e socializzare almeno due volte a settimana – e una diminuzione della perdita di memoria e del rischio di demenza.

I ricercatori statunitensi sottolineano comunque che il loro studio ha dei limiti, tra cui il fatto che non ha considerato se l'abbandono di alcune abitudini malsane a un certo punto della vita (ad esempio smettere di fumare) influisse sul rischio di demenza durante la vecchiaia. «Oltre a essere attivi e curare il nostro cuore, per combattere la demenza è importante dormire bene, allenare la mente e rimanere in contatto con le persone accanto a noi», ricorda al Guardian Susan Mitchell dell'Alzheimer's Research UK.

6 marzo 2023 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us