Salute

Quarantena da coronavirus: la Cina "vive" online

Piattaforme di e-learning, tour in 3D e concerti in streaming: storie di resilienza della popolazione cinese che è in quarantena per il coronavirus COVID-19.

La Cina ha lanciato una piattaforma nazionale di e-learning per i 180 milioni di studenti costretti a casa dall'emergenza da coronavirus. Le misure di isolamento raccomandate dalle autorità sanitarie - una sorta di quarantena estesa - per limitare al minimo le occasioni di possibile contagio, hanno fatto slittare a tempo indeterminato l'inizio del nuovo semestre scolastico, inizialmente programmato per il 17 febbraio. Per tenere gli studenti impegnati e non restare troppo indietro con il programma, le scuole di ogni livello sono state invitate a trasferire lezioni e confronti con gli insegnanti nel cloud.

Classi virtuali. Come riporta l'agenzia di stampa cinese Xinhua, le modalità di istruzione si differenziano in base all'età. Gli studenti delle elementari potranno accedere alle lezioni attraverso uno dei canali della TV di stato cinese. Gli alunni della scuola secondaria (medie e superiori) useranno una piattaforma di apprendimento online sulla quale sono state caricate, già nella prima settimana, 169 lezioni di 12 diverse materie.

Per assicurarsi che i 50 milioni di studenti di questo secondo gruppo possano collegarsi simultaneamente, il governo cinese ha stretto accordi con i principali operatori telefonici del Paese (China Mobile, China Unicom, China Telecom) e con alcune aziende del settore tecnologico come Huawei, Baidu e Alibaba, per supportare la piattaforma con una connessione a banda larga di 90 terabyte e 7000 server. Gli insegnanti guideranno nella scelta delle materie da studiare e nell'assegnazione dei compiti attraverso piattaforme come Wechat o software per la videocomunicazione web e le riunioni online come Fastmeeting.

Se per le scuole primarie e secondarie si tratta di un primo esperimento di e-learning, orientato a un ripasso generale degli argomenti trattati in attesa che riaprano le aule, le Università hanno ufficialmente iniziato online il semestre primaverile, con tanto di sistemi di supporto per i docenti e gruppi di discussione in chat per gli studenti. Trasformando l'emergenza in un'opportunità per migliorare digitalizzazione e informatizzazione dell'insegnamento.

Mostre e concerti. Anche musei, gallerie d'arte, teatri e locali costretti temporaneamente a chiudere i battenti hanno trovato online una via di fuga dalla quarantena obbligata. Come riporta il sito dello Smithsonian, a gennaio il governo cinese ha inviato una lettera ai musei invitando ad «arricchire la vita spirituale e culturale delle persone durante l'epidemia» con esibizioni in cloud delle mostre programmate per questi mesi. Molti musei hanno risposto all'appello arricchendo la propria offerta digitale, e ora un centinaio di esibizioni sono accessibili online, collegandosi al sito della National Cultural Heritage Administration cinese.

Nel 600esimo anniversario del completamento della Città Proibita (il palazzo imperiale delle dinastie Ming e Qing a Pechino) è stato reso disponibile un tour in 3D del complesso; anche i guerrieri di terracotta del Museo del Sito del Mausoleo dell'imperatore Qinshihuang sono apprezzabili online.

Una famosa sala per concerti punk-rock di Wuhan - la VOX Livehouse - ha inoltre deciso di trasmettere in streaming i concerti annullati nella città in quarantena, popolare tra gli appassionati di questo tipo di musica. L'iniziativa ha fatto moltiplicare gli eventi di questo tipo, con concerti di un nuovo tipo di "musica da camera" per combattere la noia e l'isolamento di chi per il momento non può lasciare le proprie case.

18 febbraio 2020 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us