Quanti insetti mangiamo con il cibo?

Ti diamo la risposta che forse non vorresti mai leggere

johnsmithcorbis
Nella farina per fare il pane potrebbero essere finiti ali o parti di insetto. Ma niente paura: non fanno male. © John Smith/Corbis |

I cibi che portiamo in tavola contengono anche frammenti di insetti, che finiscono lì durante i processi di lavorazione.

Colazioni pericolose
È difficile stimarne la quantità, ma i prodotti più a rischio sono le farine e i derivati, il cacao, il caffè e le marmellate. La legislazione italiana, su questo punto, è vacante, anche perché zampette, ali, antenne e quant’altro non sono nocivi e non esistono quindi limiti massimi per la loro presenza nei cibi.
(Quali sono i 5 insetti più fastidiosi che si aggirano per casa?)

Stati Uniti più severi
Questi limiti esistono invece negli Stati Uniti, dove gli alimenti possono generalmente contenere al massimo 50 frammenti di insetti in 50 grammi di prodotto. Il metodo ufficiale per l’individuazione dei pezzettini di insetti è il filth test: un campione dell’alimento, predigerito in ambiente acido, è sottoposto a trattamenti che isolano le impurità. Il materiale raccolto quindi viene poi disposto su vetrino da laboratorio e osservato al microscopio.
(Non perdere La gallery dei mini-mostri e I ritratti degli insetti in volo di Frans Vandemaele)


Scopri anche:

I 5 piatti etnici più disgustosi del mondo

Il regno invisibile degli animali trasparenti

Tutte le domande e risposte sul cibo

 

26 gennaio 2012