Salute

Psicologia: studio, empatia verso sconosciuti si impara e si 'diffonde'

Roma, 22 dic. (AdnKronos Salute) - - Possiamo imparare a entrare in empatia con gli estranei, e anche trasmetterla a chi ci circonda. Ad aiutarci sono le esperienze positive che possono crearsi con persone che non conosciamo, ha verificato un team di ricercatori dell'università di Zurigo: le interazioni piacevoli innescano un effetto di apprendimento del cervello, che aumenta proprio l'empatia. Come rivelano gli esperti, basta una manciata di sensazioni benevole per aumentare in maniera sufficiente l'empatia e per diffonderla anche ad altri nostri simili.

I conflitti tra persone di diverse nazionalità e culture spesso derivano da una mancanza di empatia o compassione per lo 'straniero', ricordano gli autori. Una maggiore empatia per i membri di altri gruppi sociali può dunque favorire la convivenza pacifica. Lo studio condotto dall'ateneo svizzero ha esaminato se l'empatia verso gli estranei possa essere aumentata attraverso esperienze positive con gli altri, che influenzano le risposte cerebrali empatiche.

Lo psicologo e neuroscienziato Grit Hein ha collaborato con Philippe Tobler, Jan Engelmann e Marius Vollberg per misurare l'attivazione cerebrale nei partecipanti allo studio che avevano avuto esperienze positive con un membro del loro gruppo o di un altro gruppo. In particolare, l'esperimento consisteva nel ricevere delle scosse elettriche dolorose sul dorso della mano, che potevano essere 'risparmiate' ai volontari attraverso un gesto di offerta da parte di un altro concorrente.

Ebbene, all'osservazione dell'attivazione cerebrale è emerso che bastavano poche esperienze positive con un membro del gruppo 'straniero' per portare a un aumento significativo delle risposte empatiche neuronali del cervello. Non solo. "I risultati rivelano che le esperienze positive con un estraneo vengono trasferite ad altri membri del gruppo", dice Hein.

22 dicembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us