Salute

Psicologia: l'esperta, Paese impaurito dal terrorismo si ammala di più

Roma, 14 gen. (AdnKronos Salute) - "Con la paura del terrorismo gli italiani si ammaleranno di più. Una popolazione impaurita è fortemente a rischio dal punto di vista della salute". Lo afferma Paola Vinciguerra, psicologa, psicoterapeuta, presidente dell’Associazione europea disturbi da attacchi di panico (Eurodap). "Quando tra le persone comincia a serpeggiare la paura è necessario cominciare a operare forme di rassicurazione per bloccare l'onda del panico che velocemente rischia di coinvolgere tutti", aggiunge l’esperta, che è anche supervisore Emdr.

"La paura può scatenare sintomi di depressione, ansia, panico e può far mettere in atto comportamenti di difesa che tenderanno a farci sentire protetti evitando le situazioni di aggregamento e di trasporto. La gente rischia di bloccarsi in casa o in circuiti ristretti dove avrà la sensazione di essere protetta. Tutto ciò potrà incidere negativamente sia sulla vita personale dell'individuo ma molto anche sull'organizzazione sociale. Per non parlare del disagio psicologico che comunque potrà tendere ad aggravarsi", dice Vinciguerra.

Secondo la psicologa, "Ci sentiamo in pericolo. Gli attacchi terroristici ci minano nella nostra ricerca di stabilità, di certezze con le quali cerchiamo di placare le nostre ansie. Si tende quindi a fare programmi sempre più contenuti, sperando che la brevità delle esposizioni riduca il potenziale pericolo". E' necessario, dunque, far sentire gli italiani protetti. Il rischio, altrimenti, è che la tensione si traduca nell'individuare il nemico nello straniero creando situazioni di conflitti che potrebbero risolversi anche in modo molto aggressivo. "E' anche importante che tutta i media tengano conto delle ripercussioni che l’informazione, che ovviamente va data, può avere, dell'impatto emotivo sulla popolazione".

14 gennaio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us